I ritratti d’autore di Milton Gendel in mostra alla Biblioteca Nazionale di Roma. Le immagini

In mostra alla Biblioteca Nazionale di Roma ventidue ritratti di intellettuali e letterati internazionali realizzati nella Capitale da Milton Gendel, storico dell’arte e fotografo americano. Le immagini.

Iris Origo, 1979
Iris Origo, 1979

Un archivio immenso che conta quasi 72.000 immagini quello di Milton Gendel (New York, 1918), storico dell’arte e fotografo americano trasferitosi a Roma nel 1949. Anni importanti per il paese che mentre da un lato provava a lasciarsi alle spalle l’esperienza terribile della guerra e del ventennio fascista, dall’altro viveva la sua stagione d’oro per il cinema, il teatro, la letteratura. La Biblioteca Nazionale di Roma ospita dal 30 novembre 2017 la mostra Milton Gendel “Ritratti d’autore”, a cura di Barbara Drudi, che ha inoltre appena scritto un libro dedicato allo stesso autore Uno scatto lungo un secolo. Ventidue fotografie in bianco e nero di scrittori e saggisti italiani, inglesi e americani che Gendel ha conosciuto e frequentato durante la sua carriera. Da Toti Scialoja a Mario Praz, da Alberto Arbasino a Eugenio Scalfari ed ancora Grisha von Rezzori, Alberto Arbasino, Gaia de Beaumont, tutti personaggi conosciuti nella Capitale quando la città era una delle piazze culturali più attive del mondo. Una mostra che non racconta solo un’epoca ma anche un approccio nuovo alla fotografia, da intellettuale – Gendel era un profondo conoscitore della storia dell’arte ed ha curato anche il padiglione degli Stati Uniti alla Biennale d’arte di Venezia del 1977 – che evidenzia caratteristiche e peculiarità dei soggetti fotografati al di là della formalità dei ruoli. Ecco in anteprima le immagini della mostra.

– Mariacristina Ferraioli

Roma//dal 30 novembre 2017 al 26 gennaio 2018
Milton Gendel « Ritratti d’autore, a cura di Barbara Drudi.
Biblioteca Nazionale di Roma
Viale Castro Pretorio, 105, Roma
www.bncrm.beniculturali.it

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Mariacristina Ferraioli
Mariacristina Ferraioli è giornalista, curatrice e critico d’arte. Dopo la laurea in Lettere Moderne con indirizzo Storia dell’Arte, si è trasferita a Parigi per seguire corsi di letteratura, filosofia e storia dell’arte presso la Sorbonne (Paris I e Paris 3). Ha conseguito il Master in Organizzazione e Comunicazione delle Arti Visive presso l’Accademia di Belle Arti di Brera. Ha vinto la Residenza per Curatori della Dena Foundation for Contemporary Art presso il Centre International d’Accueil et d’Echanges des Récollets di Parigi. Ha lavorato al Centre Pompidou collaborando alla realizzazione della mostra “Traces du Sacré” e ha pubblicato un testo critico sul catalogo della mostra. Ha coordinato l’ufficio Master dell’Accademia di Belle Arti di Brera e ha curato mostre sia in Italia che all’estero. Redattrice di Artribune, collabora stabilmente con Cosmopolitan Italia, Marie Claire Maison, Le Quotidien de l'Art. Ha conseguito un dottorato in Comunicazione e mercati: Economia, Marketing e Creatività presso l’Università Iulm di Milano, è docente a contratto presso diverse istituzioni e fa parte del team curatoriale di ArtLine, progetto d’arte pubblica del Comune di Milano nel parco di CityLife.