Il dubbio come metodo. Lamberto Teotino a Roma

Visionaria Art Space, Roma – fino al 24 settembre 2017. Secondo appuntamento della stagione con lo spazio Visionaria Art Space presso l’Auditorium della Conciliazione. Stavolta sono protagoniste le opere fotografiche di Lamberto Teotino.

Le immagini fotografiche di Lamberto Teotino (Napoli, 1974) ci portano senza parafrasi in un mondo altro, in una dimensione mentale e intellettuale di sapore onirico, dove quasi si esclude la categoria del tempo. L’artista interviene su foto d’epoca in bianco e nero facenti parte di vecchi archivi fotografici, sovrapponendovi un elemento geometrico o naturale per esaltare, e non per negare, l’identità del soggetto, nonostante questo elemento sia stato posto proprio sul viso della persona ritratta.
Teotino, attraverso l’alfabeto estraniante della sua estetica, spinge lo spettatore a interrogarsi e a sciogliere l’“enigma” rappresentato, che non necessariamente ha un senso leggibile, e che vale per sé, come invito a un’indagine psichica tout court forse capace di farci approdare a una consapevolezza: la relatività delle nostre percezioni e del senso, il dubbio come metodo della conoscenza.

Calogero Pirrera

Evento correlato
Nome eventoLamberto Teotino - L'ultimo Dio
Vernissage22/05/2017 ore 18,30
Duratadal 22/05/2017 al 24/09/2017
AutoreLamberto Teotino
CuratoreClaudio Composti
Generifotografia, personale
Spazio espositivoVISIONAREA ART SPACE
IndirizzoVia Della Conciliazione 4 - 00193 - Roma - Lazio
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Calogero Pirrera
Calogero Pirrera (1979) è uno storico dell’arte specializzato in arte moderna e contemporanea, videoarte, didattica museale e progettazione culturale. Vive attualmente a Roma. Ha collaborato con la cattedra di Istituzioni di Storia dell’Arte della Facoltà di Architettura di Valle Giulia, con alcune gallerie come Il Ponte Contemporanea e LipanjePuntin, oltre che con Festarte – Festival Internazionale di VideoArte, che lo vede impegnato nella mappatura globale dei festival di videoarte con la rubrica “International Contest”. Ha all’attivo alcune pubblicazioni che indagano l’arte antica come quella contemporanea. Tra le mostre curate si ricorda "Il Duomo di Milano dalla Lombardia all’Europa", ospitata presso il Duomo meneghino nel 2005 e il relativo catalogo. Ha scritto e scrive per EosArte, TribeArt e Artribune.