Al Museo di Santa Caterina di Treviso arrivano in mostra i capolavori di Auguste Rodin

La mostra, che inaugurerà il prossimo marzo, si inserisce nel programma di esposizioni organizzate dal Musée Rodin di Parigi in occasione del centesimo anniversario dalla scomparsa dell’artista, e raccoglierà oltre 70 opere, tra cui le celebri Il bacio, Il pensatore e il Monumento a Balzac

“Il corpo è un calco su cui si imprimono le passioni”. Con queste parole Auguste Rodin (Parigi, 1840 – Meudon 1917) riassumeva la sua poetica e il suo linguaggio scultorei, classici e innovativi allo stesso tempo, con quel peculiare stile che fondeva, senza contraddizione, le estetiche del Realismo e del Decadentismo. Al fascino senza tempo delle opere dell’artista francese è dedicata Rodin. Un grande scultore al tempo di Monet, la grande mostra che inaugurerà il 24 febbraio 2018 presso il Museo di Santa Caterina di Treviso. La retrospettiva, curata da Marco Goldin, conclude il programma di mostre organizzate dal Musée Rodin di Parigi in occasione del centesimo anniversario dalla scomparsa dell’artista, aggiungendosi così alle esposizioni che hanno coinvolto anche il Grand Palais a Parigi e il Met di New York. A Treviso saranno esposte 50 sculture e 25 opere su carta che delineeranno le tappe del percorso artistico di Rodin, iter che mette in evidenza il suo interesse per Michelangelo e la scultura rinascimentale italiana, ma soprattutto la capacità dell’artista di trasformare la materia, rendendo morbido, sensuale e vibrante il marmo. Tra i capolavori in mostra, Il bacio (1886), Il pensatore (1880) e il Monumento a Balzac (1897-98), e anche le maquette di opere monumentali come I Borghesi di Calais (1889) e la Porta dell’Inferno (1880).

– Desirée Maida

Evento correlato
Nome eventoRodin - Un grande scultore al tempo di Monet
Vernissage24/02/2018
Duratadal 24/02/2018 al 03/06/2018
AutoreAuguste Rodin
CuratoreMarco Goldin
Generearte moderna
Spazio espositivoMUSEI CIVICI - COMPLESSO DI SANTA CATERINA
IndirizzoPiazzetta Mario Botter 1 - Treviso - Veneto
EditoreLINEA D\'OMBRA LIBRI
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Desirée Maida
Desirée Maida (Palermo, 1985) ha studiato presso l’Università degli Studi di Palermo, dove nel 2012 ha conseguito la laurea specialistica in Storia dell’Arte. Palermitana doc, appassionata di alchimia e cultura giapponese, approda al mondo dell’arte contemporanea dopo aver condotto studi sulla pittura del Tardo Manierismo meridionale (approfonditi durante un periodo di ricerche presso la Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis) e sull’architettura medievale siciliana. Ha scritto per testate siciliane e di settore, collaborato con gallerie d’arte e curato mostre di artisti emergenti presso lo Spazio Cannatella di Palermo. Oggi fa parte dello staff di direzione di Artribune e cura per realtà private la comunicazione di progetti artistici e culturali.

LEAVE A REPLY