Silenzio e luce. La pittura di Gonzalo Chillida in mostra a Roma

La Sala Dalí dell’Instituto Cervantes di Roma ospita trentaquattro dipinti, dieci litografie e una selezione di fotografie e collage di Gonzalo Chillida, una delle figure più rappresentative dell’astrazione lirica spagnola

Piazza Navona. Oltre il muro che separa il caos dei turisti tornati ad affollare Roma, intimismo e silenzio sono protagonisti di una retrospettiva che si carica di un’esperienza lunga una vita. Fratello del noto scultore Eduardo, Gonzalo Chillida (San Sebastián, 1926-2008) ha sperimentato il figurativismo, il Cubismo, la geometria e la fotografia. Diversi territori, distinti passaggi che dalla Castiglia raggiungono Braque e Palazuelo a Parigi, per fare poi ritorno ai Paesi Baschi, Donostia e la sua spiaggia.

Gonzalo Chillida, Forme, 1960 ca., olio su tavola
Gonzalo Chillida, Forme, 1960 ca., olio su tavola

LA PITTURA SECONDO CHILLIDA

La visione della natura è centrale, impone la propria recitazione assistita da una vena moderna di inquietudine e smarrimento. Conservando sempre un’attitudine visionaria e lirica, la narrazione segue la progressiva ricerca di semplificazione strutturale, tanto nella forma quanto nel colore, che conduce a un’interpretazione metafisica della realtà. Sono le opere più recenti a riflettere una poetica più carica di esistenziale malinconia, in cui l’attimo folgorante e impressionista si scioglie in un mondo indefinitamente arcaico. Mare, sabbia, nebbia si pongono di volta in volta al centro delle opere, esse stesse opere di un divenire quotidiano ma immobili. Campiture mute, assolute nella loro capacità di suscitare con null’altro che la luce l’incanto dell’arte.

Raffaele Orlando

Eventi d'arte in corso a Roma

Evento correlato
Nome eventoGonzalo Chillida
Vernissage18/03/2022 su invito
Duratadal 18/03/2022 al 09/07/2022
AutoreGonzalo Chillida
CuratoreAlicia Chillida
Generiarte contemporanea, personale
Spazio espositivoINSTITUTO CERVANTES
IndirizzoPiazza Navona 91 - Roma - Lazio
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Raffaele Orlando
Raffaele Orlando è nato a Benevento nel 1986. Sannita con influenze magnogreche maturate a Napoli durante gli anni di studio, archeologo con interessi per la museologia e la scrittura creativa. Ha svolto attività di progettazione mostre e percorsi museali alla Reggia di Caserta grazie al bando MiBACT “150 giovani per la cultura”. Oggi vive e lavora a Roma con l'obiettivo di ricostruire aspetti della vita quotidiana in antico e nella contemporaneità.