Biennale d’Arte 2021. Il Padiglione Austria con Jakob Lena Knebl e Ashley Hans Scheirl

Continua a delinearsi il quadro delle partecipazioni nazionali alla 59. Mostra Internazionale d’Arte di Venezia. Dopo Nuova Zelanda, Australia, Canada, Svizzera, Francia e Finlandia adesso è la volta dell’Austria

Padiglione Austriaco alla Biennale di Venezia
Padiglione Austriaco alla Biennale di Venezia

Sono Jakob Lena Knebl e Ashley Hans Scheirl le artiste selezionate per rappresentare l’Austria alla prossima Biennale d’Arte di Venezia, in programma da maggio a novembre 2021. Il Segretario di Stato austriaco per gli Affari Culturali Ulrike Lunacek ha dichiarato che il progetto proposto dalle due artiste per il Padiglione ai Giardini è “vivace”, e non mancheranno umorismo e satira. Dtando alle prime indiscrezioni, Jakob Lena Knebl e Ashley Hans Scheirl hanno installeranno all’interno del Padiglione dipinti, opere tessili, fotografie, oggetti, opere audio e video e ologrammi per creare “spazi del desiderio” con lo scopo di “confondere le idee convenzionali delle presentazioni dei musei” e “minare le gerarchie di arte e design, di alto e basso”, stando a quanto riportato da Artforum.

JAKOB LENA KNEBL E ASHLEY HANS SCHEIRL AL PADIGLIONE AUSTRIACO PER LA BIENNALE DI VENEZIA 2021

Nata a Baden nel 1970, Knebl ha studiato moda all’Università di arti applicate con Raf Simons, recentemente nominato condirettore di Prada, e scultura all’Accademia di Belle Arti di Vienna con Heimo Zobernig . Nel 2017 l’artista ha esposto al MUMOK di Vienna, e nello stesso anno ha ricevuto il premio Outstanding Art Award nel campo delle arti visive. Sue mostre personali, attualmente, sono in corso alla Galerie Kargl di Vienna e al Lentos Kunstmuseum di Linz.

Nata a Salisburgo nel 1956, Scheirl ha studiato all’Accademia di Belle Arti di Vienna e ha completato il suo master in Belle Arti al Central Saint Martins College di Londra nel 2003. Negli ultimi anni ha tenuto mostre personali al Kunstverein di Salisburgo e alla Künstlerhaus Graz e ha partecipato a documenta 14. Il Padiglione Austriaco non sarà la prima occasione che vedrà Jakob Lena Knebl e Ashley Hans Scheirl lavorare insieme: le due artiste infatti hanno già collaborato in passato, nella realizzazione delle installazioni La Poupée, Le Doigt d’Or e Les Dents: Fou de Rage per la Biennale di Lione. Lo scorso anno inoltre le due artiste hanno realizzato un’opera di oltre 70 metri di altezza per la facciata della torre del municipio di Vienna, attualmente in fase di ristrutturazione.

BIENNALE D’ARTE DI VENEZIA 2021. I PADIGLIONI NAZIONALI GIÀ ANNUNCIATI

Continua così a delinearsi il mosaico delle partecipazioni nazionali alla 59. Mostra Internazionale d’Arte di Venezia, con alcuni Paesi che hanno già svelato i nomi degli artisti che li rappresenteranno in Laguna. Il primo Paese ad aprire le danze è stato la Nuova Zelanda, che a Venezia sarà rappresentata da Yuki Kihara; segue poi l’Australia con l’artista Marco Fusinato, il Canada con Stan Douglas, la Svizzera con l’artista di origini franco-marocchine Latifa Echakhch, la Francia con l’artista algerina Zineb Sedira e la Finlandia con Pilvi Takala. Quelle riguardanti gli artisti non sono però le uniche nomine che interesseranno la prossima Biennale d’Arte: Il 2020 infatti è iniziato con la nomina della curatrice italiana Cecilia Alemani a Direttore del Settore Arti Visive e l’elezione di Roberto Cicutto a Presidente della Biennale di Venezia. 

– Desirée Maida

www.labiennale.org

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Desirée Maida
Desirée Maida (Palermo, 1985) ha studiato presso l’Università degli Studi di Palermo, dove nel 2012 ha conseguito la laurea specialistica in Storia dell’Arte. Palermitana doc, appassionata di alchimia e cultura giapponese, approda al mondo dell’arte contemporanea dopo aver condotto studi sulla pittura del Tardo Manierismo meridionale (approfonditi durante un periodo di ricerche presso la Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis) e sull’architettura medievale siciliana. Ha scritto per testate siciliane e di settore, collaborato con gallerie d’arte e curato mostre di artisti emergenti presso lo Spazio Cannatella di Palermo. Oggi fa parte dello staff di direzione di Artribune e cura per realtà private la comunicazione di progetti artistici e culturali.