Matera 2019. Le 3 cose da non perdere questo fine settimana nella Capitale della Cultura

Laboratori d’arte, mostre ispirate ai sassi e dentro i sassi: ecco gli appuntamenti più interessanti in programma questo fine settimana a Matera, nell’ambito degli eventi di Capitale Europea della Cultura

Laboratori d’arte, mostre ispirate ai sassi e dentro i sassi: ecco gli appuntamenti più interessanti in programma questo fine settimana a Matera, nell’ambito degli eventi di Capitale Europea della Cultura. Le arti come strumento per riscoprire le tradizioni e le radici culturali del territorio e della comunità: è questo il fil rouge che lega le tante e diversificate iniziative promosse nell’ambito di Matera Capitale Europea della Cultura 2019, con una programmazione di eventi che coinvolge in prima persona esponenti italiani e internazionali del mondo della cultura ma anche e soprattutto il pubblico. La provincia di Potenza protagonista per un giorno di laboratori, visite guidate, concerti; le opere di espressionismo astratto di Alfonso Borghi ispirate a Matera nella settecentesca Chiesa del Purgatorio e la doppia personale di Tomaso Binga e Maurizio Mochetti negli spazi ipogei nel cuore dei Rioni Sassi, sono tra le attività che caratterizzano il cartellone di eventi di questo fine settimana. Ecco nel dettaglio tutti gli appuntamenti…

– Claudia Giraud

https://www.materaevents.it

1. CAPITALE PER UN GIORNO – AVIGLIANO E ACERENZA

Cattedrale di Acerenza, ph Lacheruntino, fonte Wikipedia

Con il progetto Capitale per un giorno la Basilicata diventa protagonista. Questo fine settimana toccherà alla provincia di Potenza: Avigliano, e la sua frazione, il borgo di Lagopesole, si animeranno con tante attività, visite guidate, laboratori e concerti; mentre la Città Cattedrale di Acerenza, con il suo suggestivo borgo medievale, sarà coinvolto da laboratori di arte, di scrittura creativa, esposizioni, mostre, convegni, visite guidate.

Avigliano – Paesaggio, Identità e Percorsi
Dall’1 al 5 agosto 2019 ore 10-20
Municipio, Corso Emanuele Gianturco, 42, Avigliano (PZ)
Acerenza – il borgo medievale, la Città Cattedrale
3 agosto 2019 ore 9-21
Municipio, via Vittorio Emanuele III Acerenza (PZ)

2. L’ESPRESSIONISMO ASTRATTO DI ALFONSO BORGHI ISPIRATO A MATERA

L’albero della vita, 2019, tecnica mista su tela

È un dialogo inedito quello che vedrà protagonista a Matera, tra le volte dell’architettura settecentesca della Chiesa del Purgatorio al centro della Città dei Sassi, l’artista Alfonso Borghi (Campegine, in provincia di Reggio Emilia, 1944) tra i più significativi rappresentanti italiani dell’espressionismo astratto europeo, il cui stile è stato accostato alle sperimentazioni di grandi interpreti americani come Sam Francis e Jackson Pollock. La mostra, dal titolo Dentro silenzi solenni, raccoglie circa 20 opere del maestro e costituisce un’occasione preziosa per ammirare le atmosfere che caratterizzano le tele dell’artista, calate tra i vicoli e le pietre di Matera.

Alfonso Borghi – Dentro silenzi solenni
Dal 3 al 31 agosto 2019
Inaugurazione: 3 agosto ore 18,30
Chiesa del Purgatorio, Via Domenico Ridola, Matera
Curatrice: Daniela Brignon

3. PADIGLIONI INVISIBILI – TOMASO BINGA E MAURIZIO MOCHETTI

Maurizio Mochetti

Nell’ambito del progetto Padiglioni Invisibili che, nell’indagare la responsabilità dell’estetica, dell’architettura e della ricerca artistica nel processo di rigenerazione dei luoghi, riattiva gli spazi ipogei nel cuore dei Rioni Sassi, la Fondazione SoutHeritage presenta Tomaso Binga | Maurizio Mochetti. Hypógheios, una nuova mostra, a cura di Antonello Tolve, negli spazi di Palazzo Viceconte, già sede del Museo per la Fotografia Pino Settanni. La doppia personale di Tomaso Binga e Maurizio Mochetti  è, quindi, una riflessione su una cavità di interesse culturale e socio-antropologica che diventa per l’occasione spazio in cui l’arte modifica temporaneamente la percezione dello spettatore e lo invita a un viaggio, a un tragitto, a un cammino in cui l’opera si fa tutt’uno con l’architettura.

PADIGLIONI INVISIBILI – Tomaso Binga | Maurizio Mochetti – HYPÓGHEIOS
Dall’8 agosto al 15 settembre 2019
Fondazione SoutHeritage – Palazzo Viceconte, via S. Potito 7, Matera
a cura di Antonello Tolve

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è Caporedattore Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica "Art Music" dedicata a tutti quei progetti dove il linguaggio musicale si interseca con quello delle arti visive. E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).