Forma in purezza. Gerold Miller a Firenze

Eduardo Secci Contemporary, Firenze ‒ fino al 14 settembre 2019. Il rapporto fra spazio, prospettiva, forma, in un percorso di quindici opere in larga parte realizzate appositamente per la galleria fiorentina.

Ispirandosi all’astrattismo geometrico e alla scultura modernista degli Anni Trenta, Gerold Miller (Altshausen, 1961) costruisce un percorso d’indagine su materia e forma. Citando Henry Moore e Barbara Hepworth, i fori nelle sue sculture parietali aprono nuove prospettive, suggeriscono un oltre che, al pari del taglio di Lucio Fontana, è un’ideale quinta aperta sull’infinito dell’arte.
Il minimalismo delle forme si accompagna a un uso parco del colore, che raggiunge, al più, la tricromia. Utile, quest’ultima, a creare l’illusione della tridimensionalità, grazie ai forti contrasti cromatici. Tridimensionalità apparente e reale si affiancano in un percorso che ha nella serie scultorea Verstärker ‒ i primi lavori in 3D realizzati dall’artista ‒ un importante elemento di rottura sul fronte allestitivo, nonché una sorta di archetipo del lavoro di Miller, teso a indagare i rapporti fra le tre dimensioni.

Niccolò Lucarelli

Evento correlato
Nome eventoGerold Miller
Vernissage29/06/2019 ore 18
Duratadal 29/06/2019 al 14/09/2019
AutoreGerold Miller
Generiarte contemporanea, personale
Spazio espositivoEDUARDO SECCI CONTEMPORARY
IndirizzoPiazza Goldoni, 2 - Firenze - Toscana
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Niccolò Lucarelli
Laureato in Studi Internazionali, è curatore, critico d’arte, di teatro e di jazz, e saggista di storia militare. Scrive su varie riviste di settore, cercando di fissare sulla pagina quella bellezza che, a ben guardare, ancora esiste nel mondo.