Matera 2019. Le 3 cose da non perdere questo fine settimana nella Capitale della Cultura

Riciclo, il passato della Basilicata, recupero delle tradizioni culinarie: ecco gli appuntamenti più interessanti in programma questo fine settimana a Matera, nell’ambito degli eventi di Capitale Europea della Cultura

Le arti come strumento per riscoprire le tradizioni e le radici culturali del territorio e della comunità: è questo il fil rouge che lega le tante e diversificate iniziative promosse nell’ambito di Matera Capitale Europea della Cultura 2019, con una programmazione di eventi che coinvolge in prima persona esponenti italiani e internazionali del mondo della cultura ma anche e soprattutto il pubblico. Riciclo dei vecchi banner di Matera 2019 per trasformarli in shopper d’autore, riscoperta non convenzionale di ciò che appartiene al passato della Basilicata, recupero delle tradizioni, dei riti e dei gesti antichi della panificazione sono tra le attività che caratterizzano il cartellone di eventi di questo fine settimana. E per restare sempre aggiornati, sfogliate lo speciale di Artribune su Matera. Ecco nel dettaglio tutti gli appuntamenti…

-Claudia Giraud

1. L’INSTALLAZIONE DI STUDIO FORMAFANTASMA CHE METTE IN CRISI IL CONCETTO DI ARCHIVIO

PARCO DELLE CAVE_Cava Paradiso_PLaterza_1196

L’8 giugno I-DEA – un progetto di Matera Capitale Europea della Cultura 2019 – inaugura una nuova mostra a cura dello Studio Formafantasma, il duo di designer italiani con sede ad Amsterdam, Paesi Bassi, composto da Andrea Trimarchi (1983) e Simone Farresin (1980). Si tratta di un’installazione formata da 5 proiezioni, 10 schermi digitali ed una ristretta selezione di oggetti vernacolari, che attinge da una varietà di archivi locali e risorse non ortodosse che implicitamente mettono in crisi l’idea stessa di archivio e di cosa significhi conservare informazioni.

I-DEA – Visione Unica: Cultures of Environmental Manipulation
A cura di Studio Formafantasma
Opening: 8 giugno ore 18 (fino al 15 settembre 2019)
Press preview alle 17
Cava Paradiso – Contrada La Palomba, SS7

2. BREADWAY, IL FESTIVAL DI FOOD E DESIGN

𝗯𝗿𝗲𝗮𝗱𝘄𝗮𝘆, 𝒍𝒆 𝒗𝒊𝒆 𝒅𝒆𝒍 𝒑𝒂𝒏𝒆, Matera 2019

Breadway è un festival di food e design che ripercorre la filiera che conduce alla preparazione del pane: tradizioni, riti, gesti antichi della panificazione dai chicchi al forno. Ogni giorno il quartiere Piccianello si anima per riscoprire la convivialità, il piacere dello stare insieme attraverso performance artistiche, spettacoli, stazioni narrative, installazioni, workshop e laboratori in cui cittadini e visitatori sono coinvolti in un’esperienza di avvicinamento ad un patrimonio di saperi, sapori e tradizioni culturali. All’interno del festival Breadway si terrà una mostra che ospiterà un’installazione a cura di ADI e IED Barcellona e una mostra di Food Design. I lavori sono stati selezionati dalla giuria internazionale tramite la call a cura ADI.

Breadway – Le vie del Pane
Dal 7 al 9 giugno 2019
Mulino Alvino, via San Vito
https://www.breadway.it/

3. LABORATORIO PER CREARE BORSE DA BANNER DI RECUPERO

Workshop, Bag da banner di recupero

L’8 giugno l’Open Design School – il laboratorio internazionale (a cura di Joseph Grima con il project management di Rita Orlando) dove maestri e allievi del mondo possono incontrarsi e disegnare le forme essenziali per gli allestimenti di Matera 2019  -ricicla i vecchi banner pubblicitari della Capitale Europea della Cultura 2019 per produrre borse personalizzate e uniche, evitando così lo spreco di materiali plastici.

Open Design School
8 giugno 2019 dalle 10 alle 13
dalle 15.30 alle 18.30
Casino Padula, Contrada Le Piane

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è Caporedattore Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica "Art Music" dedicata a tutti quei progetti dove il linguaggio musicale si interseca con quello delle arti visive. E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).