L’artista Stuart Semple lancia nuovo colore Black 3.0. Utilizzabile da tutti tranne Anish Kapoor

L’artista britannico ritorna, a distanza di anni, a parlare della nuova tonalità di nero da lui lanciata e messa a disposizione di tutti gli artisti del mondo. Da tutti tranne Anish Kapoor, artistar anglo-indiano che, nel 2016, acquisì i diritti esclusivi di uno speciale pigmento nero, estromettendo quindi tutti i colleghi dal suo utilizzo

Anish Kapoor
Anish Kapoor

Siete convinti che esista un solo tipo di colore nero? Sebbene all’apparenza un occhio non avvezzo potrebbe rispondere a questa domanda con un sì, un artista asserirebbe invece che di neri ne esistono una gran varietà. E lo sa molto bene Anish Kapoor, scultore anglo-indiano che nel 2016 ha addirittura acquisito i diritti esclusivi del Vantablack, pigmento prodotto dalla società inglese Surrey NanoSystems (e realizzato a fini militari per verniciare i velivoli “stealth”, ovvero i jet invisibili ai radar) talmente scuro da riuscire ad assorbire il 99,96 per cento di luce. Un gesto, quello di Kapoor, che fece indignare la comunità artistica internazionale. Il motivo? L’aver monopolizzato un materiale di cui tutti gli artisti avrebbero avuto il diritto di usufruire. Nonostante siano trascorsi un po’ di anni, oggi l’artista britannico Stuart Semple ritorna sulla faccenda “nero” e lancia su Kickstarter un crowdfunding per realizzare un nuovo pigmento nero più nero del Vantablack, utilizzabile da tutti gli artisti del mondo. Tutti tranne Anish Kapoor.

UN NERO PER TUTTI. O QUASI

“Sostenendo questo progetto, confermi di non essere Anish Kapoor, di non essere in alcun modo affiliato ad Anish Kapoor, che non stai sostenendo il progetto per conto di Anish Kapoor o di un socio di Anish Kapoor. Per meglio delle tue conoscenze e informazioni, questo materiale non finirà nelle mani di Anish Kapoor”, si legge nella sezione About del crowdfunding lanciato da Stuart Semple su Kickstarter. Black 3.0 è “la vernice più nera e opaca dell’universo conosciuto”, afferma Semple nel video di Kickstarter per la nuova vernice, che assorbirebbe fino al 99 per cento di tutta la luce, rispetto al 99,96 per cento del Vantablack. “È come un buco nero o un vuoto in una bottiglia”.

IL NUOVO BLACK 3.0

Come suggerisce il nome, Black 3.0 rappresenta il terzo tentativo da parte di Semple di realizzare il “super nero”: risale al 2017 infatti la versione 2.0, alla quale l’artista ha continuato a lavorare per eliminarne la qualità riflessiva tipica dei colori neri. Nonostante ciò, il Black 2.0 ricevette molti consensi, con oltre 3.500 persone che lo hanno condiviso su Instagram con l’hashtag #sharetheblack. Stando alla descrizione di Semple, Black 3.0 è una vernice acrilica che può essere facilmente utilizzata con i materiali artistici tradizionali. Si basa su un nuovo pigmento opaco, Black Magick, sviluppato dal team dell’artista in laboratorio.

Desirée Maida

https://www.kickstarter.com/projects/culturehustle/the-blackest-black-paint-in-the-world-black-30

Dati correlati
AutoriAnish Kapoor, Stuart Semple
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Desirée Maida
Desirée Maida (Palermo, 1985) ha studiato presso l’Università degli Studi di Palermo, dove nel 2012 ha conseguito la laurea specialistica in Storia dell’Arte. Palermitana doc, appassionata di alchimia e cultura giapponese, approda al mondo dell’arte contemporanea dopo aver condotto studi sulla pittura del Tardo Manierismo meridionale (approfonditi durante un periodo di ricerche presso la Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis) e sull’architettura medievale siciliana. Ha scritto per testate siciliane e di settore, collaborato con gallerie d’arte e curato mostre di artisti emergenti presso lo Spazio Cannatella di Palermo. Oggi fa parte dello staff di direzione di Artribune e cura per realtà private la comunicazione di progetti artistici e culturali.