Silence! The Party, la festa di Maurizio Cattelan al Grand hotel et de Milan. Le immagini

Nelle 21 stanze del primo piano dell’hotel milanese, l’artista ha organizzato un party con un’unica regola: restare in silenzio. Ecco le immagini del curioso – e lussuoso – evento che ha coinvolto un bel po’ di VIP…

Maurizio Cattelan e Arisa. ph Carmine Conte
Maurizio Cattelan e Arisa. ph Carmine Conte

Lo avevamo lasciato a Shanghai dove, in collaborazione con Gucci, ha curato The Artist is present, mostra che riflette sui concetti di imitazione e originalità nella creazione artistica. E Maurizio Cattelan la riflessione l’ha fatta decisamente a modo suo: ispirandosi (scopiazzando?) al titolo della nota performance che Marina Abramović tenne al MoMA di New York nel 2010 e portando in mostra una fedele riproduzione della Cappella Sistina. Invece lo scorso 22 novembre Cattelan ha firmato un nuovo evento, un party a tema tenutosi a Milano al Grand hotel et de Milan e che ha visto la partecipazione di personaggi del mondo della televisione, del cinema e della musica. Come si è svolta la serata? Completamente in silenzio.

UN PARTY DI… POCHE PAROLE

Silence! The Party è il titolo dell’evento ideato da Cattelan e che ha coinvolto le 21 stanze del primo piano del Grand hotel et de Milan. Una festa totalmente in silenzio quindi, realizzata in collaborazione con la Maison di Champagne Dom Pérignon. Gli ospiti hanno dovuto seguire un’unica regola, quella del silenzio appunto, comunicando attraverso un taccuino realizzato da Pineider, azienda che realizza strumenti di scrittura e accessori in pelle. In occasione dell’evento, ventuno lussuose stanze dell’hotel sono state trasformate da Cattelan in palcoscenici inaspettati con allestimenti irriverenti e surreali per gli ospiti: letti a baldacchino ricoperti di peluches e palloncini, vasche da bagno colme di ortaggi e champagne, salumeria allestita all’interno di cabine armadio, sushi preparato negli storici bagni. In un’atmosfera in cui l’unico suono è stato il tintinnio dei calici di champagne, gli invitati sono stati intrattenuti da inaspettati e taciti performer: un’origamista, un grafologo, una caricaturista, un poeta estemporaneo, una silhouettista, una cartomante e anche l’astrologo Antonio Capitani. Vi state chiedendo chi c’era alla festa? Tra gli ospiti Pierpaolo Ferrari, Paola Manfrin, Melissa P, Massimo Giorgetti, Fabio Volo e Johanna Maggy, Arisa, Teresa Guccini, Stefano Seletti, Geppi Cucciari, Charley Vezza, Camila Raznovich, Roberto Pisoni, Antonella Rodriguez Boccanelli, Anna Dello Russo, Paola Barale, Job Smeets e Rebecca Sharkey, Umberta Gnutti Beretta, Lady Tarin, Fiammetta Cicogna, Marica Pellegrinelli, Ludivine Pont, Alberto Zanetti, Mara Venier, Marsica Fossati, Filippo Cirulli, Filippo Fiora, Jane Balzarini, Teresa Guccini.

Ecco a voi le immagini della silente serata…

– Desirée Maida

Dati correlati
AutoreMaurizio Cattelan
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Desirée Maida
Desirée Maida (Palermo, 1985) ha studiato presso l’Università degli Studi di Palermo, dove nel 2012 ha conseguito la laurea specialistica in Storia dell’Arte. Palermitana doc, appassionata di alchimia e cultura giapponese, approda al mondo dell’arte contemporanea dopo aver condotto studi sulla pittura del Tardo Manierismo meridionale (approfonditi durante un periodo di ricerche presso la Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis) e sull’architettura medievale siciliana. Ha scritto per testate siciliane e di settore, collaborato con gallerie d’arte e curato mostre di artisti emergenti presso lo Spazio Cannatella di Palermo. Oggi fa parte dello staff di direzione di Artribune e cura per realtà private la comunicazione di progetti artistici e culturali.

3 COMMENTS

  1. ARTISTA-PIU’-CCHE’-MERDOSO:
    o tu che ecciti schiumosi attacchi d’invidiosa ira
    nei tuoi contemporanei contendenti,
    sappi che un dì di tutti i tuoi talenti
    non resterà che l’ombra del ricordo

  2. Che bel pubblico :) . Beh io preferisco vendere il classico quadretto al notaio o al commercialista . Se il successo vuol dire dipendere da Maria De Filippi e simili che se lo tenga :)) , complimenti ! :))

LEAVE A REPLY