Una retrospettiva di Alberto Giacometti a Bilbao che copre oltre 40 anni di produzione artistica

Con oltre 200 opere tra sculture, dipinti e disegni, la mostra organizzata dal Guggenheim Museum di Bilbao in collaborazione con la Fondation Giacometti di Parigi offre una prospettiva unica del lavoro dell’artista svizzero

Alberto Giacometti, Femmes de Venise, 1956, Fondation Giacometti, París © Succession Alberto Giacometti ,VEGAP, Bilbao, 2018

Al Museo Guggenheim di Bilbao si sta per aprire una retrospettiva di oltre 200 opere che coprono oltre 40 anni di produzione artistica di Alberto Giacometti (Borgonovo di Stampa, 1901–Coira, 1966), uno degli artisti più influenti del XX secolo. Tra sculture, dipinti e disegni, questa mostra – in programma dal 19 ottobre al 24 febbraio 2019 – offre una prospettiva unica del lavoro dell’artista svizzero, dando particolare rilievo alla straordinaria collezione di opere e materiale d’archivio raccolta dalla vedova dell’artista Annette, e conservata presso la Fondation Giacometti a Parigi. Proprio da qui arrivano numerosi prestiti che annoverano tutte le stagioni creative dell’artista, dai primi lavori del 1920, passando per il periodo post-cubista e surrealista, fino al ritorno alla figurazione nel 1935, che segnerà la sua produzione artistica alla fine della sua vita. Inoltre, nel sottolineare l’interesse di Giacometti per i materiali malleabili come gesso e argilla, la mostra consentirà ai visitatori di vedere tutte e otto le sculture tratte dall’eccezionale gruppo, intitolato Donne di Venezia (Femmes de Venise): saranno qui riunite per la seconda volta dalla loro creazione per la Biennale di Venezia nel 1956, dopo il loro restauro da parte della Fondation Giacometti. Ecco le immagini.

-Claudia Giraud

Alberto Giacometti. A Retrospective
Dal 19 ottobre 2018 al 24 febbraio 2019
Guggenheim Museum Bilbao, Avenida Abandoi barra, 2 48009 Bilbao
http://www.guggenheim-bilbao.es/

Dati correlati
AutoreAlberto Giacometti
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è responsabile dell'area Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica musicale "Art Music". E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).