Gesti monumentali. Rita Ackermann a Milano

La Triennale, Milano ‒ fino al 9 settembre 2018. Le enormi tele di Rita Ackermann distribuiscono su vaste superfici un territorio espressivo dedicato prevalentemente al colore e all’emersione dell’animo umano. Attraverso acrilico, vernice spray e il tratto sbavato del gessetto bianco.

La personale di Rita Ackermann (Budapest, 1968; vive a New York) aderisce completamente, anche se con maggiore eleganza, al titolo proposto dal curatore Gianni Jetzer, critico newyorkese e curator-at-Large dell’Hirshhorn Museum di Washington. Movimenti come Monumenti propone in Triennale un’antologia che seleziona con grande attenzione i cosiddetti chalk painting dell’artista, arrivando a creare trittici che esaltano la tridimensionalità. E provocando l’impressione, in chi guarda, di poter percepire un vero e proprio ingresso, un accesso a immersione nella sua pratica pittorica.
Meditation on Violence (2014) così come Coronation on Massacre of Love I (2017) segnano le impronte dell’intero percorso di Ackermann, intensificando le miriadi di tonalità verdi che ispessiscono le superfici, tempestate dalla materia. Mentre a profusione e a stordimento, anche nei racconti pittorici, come Wiped Out Heroines (2014), le linee figurative di corpi femminili appaiono e scompaiono, delineate a malapena dal bianco sbavato di un gessetto.

Ginevra Bria

Evento correlato
Nome eventoRita Ackermann - Movimenti come Monumenti
Vernissage21/06/2018 ore 19
Duratadal 21/06/2018 al 09/09/2018
AutoreRita Ackermann
CuratoreGianni Jetzer
Generiarte contemporanea, personale
Spazio espositivoTRIENNALE - PALAZZO DELL'ARTE
IndirizzoViale Emilio Alemagna 6 - Milano - Lombardia
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Ginevra Bria
Ginevra Bria è critico d’arte e curatore di Isisuf – Istituto Internazionale di Studi sul Futurismo di Milano. È specializzata in arte contemporanea latinoamericana.