La differenza che unisce. Sei artisti a Milano

Galleria Bianconi, Milano ‒ fino al 10 febbraio 2018. Sei artisti ragionano e si confrontano attraverso l’uso di diverse pratiche come la scultura, l’arazzo, la pittura e l’installazione. “To keep at bay” è un progetto inclusivo che non solo pone l’accento sulle possibili relazioni tra le singole opere degli artisti, ma guarda anche alle connessioni di queste ultime con il pubblico.

To keep at bay è una conversazione corale a sei voci tra le opere di Stefano Canto, Daniele D’Acquisto, Elena El Asmar), Andrea Magaraggia, Luigi Massari e Davide Mancini Zanchi. I materiali, i formati, i metodi di realizzazione e le filosofie che caratterizzano le differenti ricerche degli artisti sono alla base del concept della mostra. Il progetto guarda con interesse alla singolarità delle diverse personalità coinvolte, per percepire in che modo gli incastri e i rapporti formali che regolano le connessioni tra l’immagine, la scultura e l’installazione, e tra la bidimensionalità e la tridimensionalità dell’opera, emergono anche nei confronti degli spettatori. All’interno dello spazio, i lavori dei giovani artisti vanno oltre le pratiche soluzioni di allestimento, tanto da generare tra esse degli immaginari punti di contatto che innescano, nelle sale asettiche della galleria, una vivace e dinamica dimensione espositiva.

Giuseppe Amedeo Arnesano

Evento correlato
Nome eventoTo keep at bay
Vernissage11/01/2018 ore 18
Duratadal 11/01/2018 al 10/02/2018
AutoriLuigi Massari, Elena El Asmar , Stefano Canto, Davide Mancini Zanchi, Andrea Magaraggia, Daniele D’Acquisto
CuratoreLorenzo Madaro
Generiarte contemporanea, collettiva
Spazio espositivoGALLERIA BIANCONI
IndirizzoVia Lecco 20 - Milano - Lombardia
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giuseppe Arnesano
Storico dell'arte e curatore indipendente. Laureato in Conservazione dei Beni Culturali all'Università del Salento e in Storia dell'Arte Moderna presso l'Università La Sapienza di Roma. Ha conseguito un master universitario di I livello alla LUISS Master of Art di Roma. Giornalista pubblicista, iscritto all'ordine nazionale dei giornalisti dal 2011, collabora come critico d’arte con Artribune dal 2011. Nel settore della comunicazione culturale, dal 2013 a oggi, ha lavorato con la Soprintendenza Speciale del Polo Museale Romano, con la Fondazione Torino Musei e la Fondazione Carriero a Milano. Tra le mostre recenti è co-curatore del progetto “Studio e Bottega - Tradizione e Creatività nel segno dell’Arte”, ideato da Ilaria Gianni e realizzato negli spazi della Fondazione Pastificio Cerere di Roma.