La Fondazione Montblanc nomina un Curatorium: 7 nuovi curatori e direttori di musei internazionali

Nasce il primo comitato curatoriale della prestigiosa Montblanc Cultural Foundation, con sede ad Amburgo. Nomi eccellenti a cui affidare progetti, premi, acquisizioni.

Tom Sachs, Official Montblanc Authorized Trade, 2002, Montblanc Cutting Edge Art Collection
Tom Sachs, Official Montblanc Authorized Trade, 2002, Montblanc Cutting Edge Art Collection

Dici Montblanc ed è subito l’immagine di icone lussuose, simboleggiate dal mitico logo della stella bianca: penne, orologi, gioielli e articoli di pelletteria, tradizionalmente legati al marchio fondato nel 1906 ad Amburgo. Ma Montblanc, grazie all’omonima fondazione istituita nel 1992, è anche luogo e occasione di produzione culturale nel campo dell’arte contemporanea.

Penna Montblanc con diamanti, limited edtition dedicata a Keplero
Penna Montblanc con diamanti, limited edtition dedicata a Keplero

Con fondi privati e rinunciando a qualunque finanziamento esterno, la Montblanc Cultural Foundation sostiene iniziative in tutto il mondo: il PRIX Montblanc e lo Young Directors Award, dedicati ai più giovani; il premio Montblanc de la Culture Arts Patronage Award, dedicato ai promotori delle arti in vari paesi; la Montblanc Cutting Edge Art Collection, che inserisce opere d’arte nella realtà aziendale. Senza dimenticare le collaborazioni con istituzioni di rilievo internazionale e la produzione di progetti artistici e culturali. Ogni due anni, infine, la fondazione acquista un’opera d’arte in collaborazione con la Hamburger Kunsthalle.
Ed è nel quadro di questo fervore culturale che si inserisce l’ultima iniziativa, finalizzata a un sempre più puntuale dispiegamento di professionalità e di progettualità nel settore dell’arte. Nasce, sotto la nuova presidenza dei curatori Sam Bardaouil e Till Fellrath, il primo Curatorium internazionale della Fondazione Montblanc: un comitato, composto da affermati curatori e direttori istituzionali, che – insieme ai presidenti della Fondazione – selezionerà i futuri destinatari del premio Montblanc de la Culture Arts Patronage e svolgerà una consulenza scientifica per le acquisizioni della Montblanc Art Collecton.

La stella di Montblanc reinterpretata nell'opera di Vasquez Michael, Found a Path Through The Obstacle Course, 2006
La stella di Montblanc reinterpretata nell’opera di Vasquez Michael, Found a Path Through The Obstacle Course, 2006

CHI SONO I NUOVI CURATORI DI MONTBLANC

Fanno parte del Curatorium: Anne Barlow, direttore artistico della Tate St Ives, ex direttore di Art in General, New York, ed ex curatore per l’arte contemporanea e il design del Glasgow Museums, oltre che ex responsabile per media e didattica del New Museum; Sunjung Kim, direttore dell’Art Sonje Center di Seoul, dove è stato chief curator dal 1993 al 2004; Jean de Loisy, presidente del Palais de Tokyo, già ispettore del Ministero della Cultura francese, curatore della Fondation Cartier e del Centre Georges Pompidou; Franklin Sirmans, direttore del Pérez Art Museum di Miami e, dal 2010 al 2015, curatore del LACMA di Los Angeles; Jochen Volz, nuovo direttore della Pinacoteca de São Paolo, nel 2016 curatore della 32° Bienniale di São Paulo e capo dei programmi culturali alle Serpentine Galleries di Londra fra il 2012 e il 2015.
Il lancio ufficiale è previsto a maggio 2017 in occasione della 57° Biennale di Venezia, dove Montblanc sostiene i progetti di Katherine Nuñez e Issay Rodriguez, invitati da Christine Macel nella mostra principale Viva Arte Viva. Dopo Venezia l’installazione sarà presentata presso la sede della Fondazione Culturale Montblanc di Amburgo, nel corso del 2018.

Helga Marsala

www.montblanc.com

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è critico d'arte, giornalista, notista culturale e curatore. Insegna all'Accademia di Belle Arti di Roma, dove è anche responsabile dell'ufficio comunicazione. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Nel 2011 è nel gruppo che progetta e lancia la piattaforma Artribune, dove ancora oggi lavora come autore e membro dello staff di direzione. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanea. Scrive di arti visive, arte pubblica e arte urbana, politica, costume, comunicazione, attualità, moda, musica e linguaggi creativi contemporanei. È stata curatore dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura mostre e progetti presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali. Dal 2018 lavora come Consulente per la Cultura del Presidente della Regione Siciliana e dell'Assessore dei Beni Culturali e dell'Identità Siciliana.