Leda e Grecale. Grotto e Focacci Menchini a Venezia

Galleria Caterina Tognon, Venezia – fino al 4 maggio 2017. La doppia personale di Grotto e Focacci Menchini punta lo sguardo sui temi della metamorfosi e della seduzione. Attraverso linguaggi complementari.

Andrea Grotto e Cristiano Focacci Menchini. Leda e Grecale. Exhibition view at Galleria Caterina Tognon, Venezia 201
Andrea Grotto e Cristiano Focacci Menchini. Leda e Grecale. Exhibition view at Galleria Caterina Tognon, Venezia 201

La galleria Caterina Tognon ha inaugurato la bi-personale di Andrea Grotto (Schio, 1989) e Cristiano Focacci Menchini (Viareggio, 1986). Leda e Grecale mette in luce, già dai titoli – scelti singolarmente dai due artisti – i temi fondamentali della poetica di entrambi, quali la metamorfosi e lo stato tensivo e illusorio provocato dalla seduzione. All’entrata, un serpente, la cui pelle si confonde con i pattern dello sfondo, ci ammalia conducendoci in interni psichedelici, che assumono l’aspetto dell’archeozoico in Grotto e del postatomico in Focacci Menchini. Se, in quest’ultimo, acide vegetazioni, costantemente modellate dal vento, danno vita a paesaggi cristallizzati simili a negativi fotografici corrosi dalla luce, in Grotto l’immagine ritorna sotto forma di figure fossilizzate, creando un perfetto connubio fra natura e artificio.

Eva Comuzzi

Evento correlato
Nome eventoAndrea Grotto / Cristiano Focacci Menchini
Vernissage17/03/2017 ore 19
Duratadal 17/03/2017 al 04/05/2017
AutoriAndrea Grotto, Cristiano Focacci Menchini
Generiarte contemporanea, doppia personale
Spazio espositivoCATERINA TOGNON
IndirizzoCorte Barozzi - San Marco 2158 30124 - Venezia - Veneto
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Eva Comuzzi
Eva Comuzzi (1977) è storica dell'arte e curatrice. Lavora per diversi anni alla Galleria d'Arte Contemporanea di Monfalcone, specializzandosi nell'operato delle giovani generazioni. Al termine di questa esperienza, fonda NASAC – Nuova Accademia delle Arti Storico-Artistiche Contemporanee), progetto itinerante e trasversale che ha lo scopo, attraverso delle lezioni aperte a tutti, di far conoscere e divulgare le arti e la loro connessione con le altre discipline. A questo proposito, nel 2015 e grazie alla collaborazione con l'istruttrice di yoga Erika Ciani, svolge workshop di arte e yoga legati all'ambito performativo e sculture di suoni seguite da bagno di gong, dove alla parte teorica si unisce quella pratica. Attualmente collabora con Artverona e con l'Ars Aevi Museum di Sarajevo.