La pittura primitiva italiana va in mostra al Museo Thyssen-Bornemisza di Madrid

“Pittura italiana dal XIV al XVIII secolo dalla collezione del barone Thyssen-Bornemisza al MNAC” è il titolo della mostra in corso fino al 9 gennaio nella capitale spagnola, che vede al centro capolavori di Taddeo Gaddi, Beato Angelico, Giambattista Piazzetta, Giacomo Ceruti e altri. Ecco alcune immagini delle opere esposte.

Pietro da Rimini, The Nativity and other Episodes from the Childhood of Christ, ca. 1330, Colección Thyssen Bornemisza, en depósito en el Museu Nacional d’Art de Catalunya MNAC
Pietro da Rimini, The Nativity and other Episodes from the Childhood of Christ, ca. 1330, Colección Thyssen Bornemisza, en depósito en el Museu Nacional d’Art de Catalunya MNAC

Quando il Museo Thyssen-Bornemiszadi Madrid venne inaugurato nel 1992, una significativa raccolta di quasi 80 opere venne collocata al Monastero di Pedralbes a Barcellona, grazie a un accordo stretto tra il barone Hans Heinrich Thyssen-Bornemisza e l’allora sindaco della città, Pasqual Maragall. Una selezione di questi lavori – che nel frattempo sono stati trasferiti al Museu Nacional d’Art de Catalunya (MNAC) – è in mostra, fino al 9 gennaio 2022, al museo madrileno, all’interno dell’esposizione Pintura italiana de los siglos XIV al XVIII de la colección del barón Thyssen-Bornemisza en el MNAC. 

Al centro, un nucleo di dieci opere tra le più rappresentative della pittura italiana: Taddeo Gaddi, Giambattista Piazzetta, Giacomo Ceruti, Pietro da Rimini, i fratelli Dosso e Battista Dossi sono solo alcuni degli autori in mostra, assieme alla Vergine dell’Umiltà di Beato Angelico, uno dei capolavori della collezione Thyssen esposto al museo solo in due precedenti occasioni. La mostra è stata organizzata in occasione delle celebrazioni del 2021 per commemorare la nascita del barone Hans Heinrich Thyssen-Bornemisza e della sua attività di mecenatismo, senza la quale questa realtà non sarebbe mai esistita. Ecco alcune immagini delle opere esposte.

-Giulia Ronchi

Pintura italiana de los siglos XIV al XVIII de la colección del barón Thyssen-Bornemisza en el MNAC
Fino al 9 gennaio 2022
Museo Thyssen-Bornemisza
Plaza del Prado, 8, Madrid

https://www.museothyssen.org/

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giulia Ronchi
Giulia Ronchi è nata a Pesaro nel 1991. È laureata in Scienze dei Beni Culturali all’Università Cattolica di Milano e in Visual Cultures e Pratiche curatoriali presso l’Accademia di Brera. È stata tra i fondatori del gruppo curatoriale OUT44, organizzando mostre e workshop con artisti emergenti del panorama milanese. Ha curato il progetto Dissuasori Mobili, presso il festival di video arte “XXXFuoriFestival” di Pesaro. Ha collaborato con le riviste Exibart e Artslife, recensendo mostre e intervistando personalità di spicco dell’arte. Ha collaborato con le testate femminili Elle, Elle Decor, Marie Claire e il maschile Esquire scrivendo di arte, cultura, lifestyle, femminismo e storie di donne.