Firenze: il restauro del gruppo scultoreo di Piazzale Michelangelo con la copia del David

Il gruppo scultoreo ottocentesco, realizzato per omaggiare la figura di Michelangelo, comprende le copie del David e delle quattro allegorie delle Cappelle Medicee di San Lorenzo. Il restauro – il cui cantiere è stato concepito come un “evento” – sarà terminato a gennaio

Il restauro del gruppo scultoreo di Piazzale Michelangelo a Firenze
Il restauro del gruppo scultoreo di Piazzale Michelangelo a Firenze

È prevista a gennaio 2022 la fine dei lavori di restauro di uno dei monumenti più iconici – e frequentati – di Firenze, ovvero il gruppo scultoreo di Piazzale Michelangelo, realizzato nel 1869 su progetto dell’architetto Giuseppe Poggi e raffigurante le copie, realizzate in bronzo, di alcune delle pere più celebri di Michelangelo, ovvero il David e le quattro allegorie delle Cappelle Medicee di San Lorenzo. Iniziato lo scorso luglio, il restauro è reso possibile grazie al supporto della Salvatore Ferragamo S.p.A. (che, tramite l’Art Bonus, “ha elargito ancora una volta un’erogazione liberale destinandola alla conservazione del patrimonio artistico italiano”, come sottolineato in una nota stampa), e rappresenta il primo capitolo di una serie di restauri che interesseranno gli spazi pubblici fiorentini: in questo importante progetto voluto e commissionato dal Comune di Firenze, saranno protagonisti anche i gruppi scultorei di piazza della Signoria, ovvero la statua equestre di Cosimo I de’ Medici del Giambologna, Ercole e Caco di Baccio Bandinelli e la copia del David di Michelangelo poste all’ingresso di Palazzo Vecchio, la copia di Giuditta e Oloferne sul l’Arengario di Palazzo Vecchio. “Il David bronzeo di piazzale Michelangelo è uno dei simboli di Firenze e vigila dall’alto sull’intera città”, dichiara il sindaco e assessore alla cultura Dario Nardella. “Questo restauro consente un’importantissima valorizzazione del bene, così esposto agli agenti atmosferici, ed è un segnale forte di ripartenza e di speranza dopo la pandemia”.

Il restauro del gruppo scultoreo di Piazzale Michelangelo a Firenze
Il restauro del gruppo scultoreo di Piazzale Michelangelo a Firenze

IL RESTAURO DEL GRUPPO SCULTOREO A PIAZZALE MICHELANGELO

Il restauro – il cui progetto è stato redatto dal Servizio Belle Arti della Direzione Servizi tecnici di Palazzo Vecchio – prevede un importante lavoro di riqualificazione e pulitura eseguito da Cooperativa Archeologia. I lavori riporteranno il David e il basamento a un aspetto più vicino a quello originale, a partire dalla tipica colorazione verde chiaro (una conseguenza dei fenomeni di ossidazione del bronzo) che cederà il posto a un verde di tonalità più scura. Caratteristica di questo restauro è stata ma modalità in cui si è strutturato il cantiere: con lo scopo di essere il meno impattante possibile per la pubblica fruizione, Cooperativa Archeologia, ha proposto un progetto denominato “Cantiere come evento”, una sorta di scenografia che garantisce la visibilità del monumento e dei lavori di restauro in corso, come se fosse il laboratorio di un museo. “L’organizzazione del cantiere”, spiega Susanna Bianchi, presidente del consiglio di sorveglianza di Cooperativa Archeologia, “permette di non nascondere le opere alla vista per alcuni mesi, come di solito avviene per tali attività, ma anzi di enfatizzarle con installazioni studiate ed espressamente dedicate e di offrire ai cittadini fiorentini e ai turisti in visita a Firenze lo ‘spettacolo’ del nostro intervento, contribuendo così a esaltare non solo il nostro straordinario patrimonio culturale, ma anche le nostre eccellenze professionali”. I cantieri di restauro successivi saranno di tipo interattivo, coinvolgendo il pubblico in una visita alternativa, attraverso percorsi interni al cantiere stesso che permetteranno una fruizione unica delle opere. Intanto, sul sito web dedicato (www.restaurandofirenze.com), in questi mesi è stato possibile osservare le attività dei restauratori attraverso l’utilizzo di webcam.

Il restauro del gruppo scultoreo di Piazzale Michelangelo a Firenze
Il restauro del gruppo scultoreo di Piazzale Michelangelo a Firenze

IL RESTAURO DEL GRUPPO SCULTOREO DI PIAZZALE MICHELANGELO CON IL SUPPORTO DI FERRAGAMO

“Siamo orgogliosi di celebrare assieme a tutti i fiorentini l’inizio dei lavori di restauro delle statue di piazza della Signoria e della copia del David al Piazzale Michelangelo”, sottolinea Leonardo Ferragamo, Presidente di Salvatore Ferragamo S.p.A. “Firenze ha un patrimonio artistico-culturale di inestimabile valore e crediamo fermamente che la sua salvaguardia sia una priorità e un dovere per tutti noi. È proprio questo grande patrimonio, che le generazioni passate ci hanno trasmesso, che deve essere la forza e l’ispirazione per continuare ad esprimere quel sano orgoglio e quell’eccezionale maestria che sono insite nella nostra cultura”.

– Desirée Maida

Eventi d'arte in corso a Firenze

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Desirée Maida
Desirée Maida (Palermo, 1985) ha studiato presso l’Università degli Studi di Palermo, dove nel 2012 ha conseguito la laurea specialistica in Storia dell’Arte. Palermitana doc, appassionata di alchimia e cultura giapponese, approda al mondo dell’arte contemporanea dopo aver condotto studi sulla pittura del Tardo Manierismo meridionale (approfonditi durante un periodo di ricerche presso la Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis) e sull’architettura medievale siciliana. Ha scritto per testate siciliane e di settore, collaborato con gallerie d’arte e curato mostre di artisti emergenti presso lo Spazio Cannatella di Palermo. Oggi fa parte dello staff di direzione di Artribune e cura per realtà private la comunicazione di progetti artistici e culturali.