Il portale Arte.camera.it rende accessibile il patrimonio artistico della Camera dei Deputati

La Camera dei Deputati ha messo online il proprio patrimonio culturale. Dipinti, sculture, arazzi che raccontano la storia del nostro paese attraverso l’arte 

Scuola di Guido Reni, Cupido credits portale arte Camera dei Deputati
Scuola di Guido Reni, Cupido credits portale arte Camera dei Deputati

Musei ancora chiusi (tranne in zona gialla), cultura silenziata, piattaforme digitali che straboccano di nuovi contenuti. Un piccolo regalo l’ha fatto pure la Camera dei Deputati istituendo il portale Arte.Camera.it (https://arte.camera.it/), nel quale ha messo a disposizione online la propria collezione di opere d’arte. Si tratta di dipinti, sculture, arazzi che compongono il patrimonio culturale e artistico dell’Istituzione, sia di proprietà, sia pervenuti a titolo di deposito da importanti realtà museali e artistiche nazionali (ne citiamo alcune: la Galleria degli Uffizi, il Museo di Capodimonte, la Galleria nazionale d’arte moderna e contemporanea, l’Accademia di Brera e Palazzo Barberini), grazie in particolare all’ampliamento del palazzo realizzato a inizio del Novecento da Ernesto Basile.

ERNESTO BASILE, CHI ERA?

Ernesto Basile (Palermo 1855- Palermo 1960) è stato un architetto modernista. Figlio dell’architetto Giovanni Battista Filippo Basile, portò a termine il grande progetto del Teatro Massimo di Palermo, ideato dal padre. Nel 1902 gli venne affidato l’incarico per la “realizzazione dell’aula parlamentare all’interno di un intervento di ampliamento dell’edificio esistente” dall’allora ministro dei Lavori Pubblici Nicola Balenzano. Coerentemente con il principio modernista della progettazione integrale, Basile ideò ed elaborò il progetto degli interni del nuovo palazzo secondo una visione unitaria, disegnando personalmente arredi fissi e mobili, decorazioni e rivestimenti di tutti gli ambienti di rappresentanza e degli uffici. Tutti i materiali cartografici d’epoca relativi al progetto per Montecitorio, divisi per Progetto, Aula, Ambiente, Arredi, sono disponibili sul sito dell’Archivio della Camera (https://archivio.camera.it/).

COME FUNZIONA IL PORTALE ARTE.CAMERA.IT?

La Camera dei deputati ha ritenuto necessario condividere e rendere omogenee le informazioni contenute nel portale con quelle presenti nel Catalogo generale dei beni culturali: nell’intento di rendere quanto più ampia e unitaria la conoscenza di una determinata opera o scuola artistica, per ciascuna è fornita una rete di link, citazioni e rimandi. La pubblicazione delle opere avrà carattere progressivo. In una prima fase, sarà disponibile online la parte del patrimonio artistico – per altro la più consistente e di maggior pregio – le cui informazioni risultano omogenee ai criteri stabiliti dal Catalogo generale dei beni culturali e sono state riscontrate dagli enti proprietari. Il lavoro di classificazione e di confronto proseguirà nel tempo e condurrà a progressivi ampliamenti della consistenza delle opere pubblicate, rendendo il portale uno strumento vivo.

LA COLLEZIONE: DA BOLDINI A MARIA LAI

Artisti legati all’evoluzione creativa nazionale come Giovanni Boldini, Giorgio Morandi, Mario Mafai, Mario Sironi, Giorgio De Chirico, Renato Guttuso, Carlo Carrà, Maria Lai e Giosetta Fioroni, e quelle strettamente legate alla memoria dell’Istituzione, come la collezione dei busti di personalità politiche otto-novecentesche. Sicuramente un piccolo regalo agli italiani. Ma la cultura e l’arte meriterebbero ancora di più: migliorarne l’offerta, renderla più capillare, riconoscere tali settori come indispensabili alla sensibilità civile, alla formazione, all’educazione degli italiani. Migliorare l’arte e la cultura in Italia per migliorare tutti insieme, nessuno escluso.

Agnese Comelli

https://arte.camera.it/ 
https://archivio.camera.it/ 

ACQUISTA QUI il libro sulle opere di Montecitorio

Dati correlati
Spazio espositivoPALAZZO MONTECITORIO - CAMERA DEI DEPUTATI
IndirizzoPiazza Di Monte Citorio - Roma - Lazio
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Agnese Comelli
Nata il 17 marzo 1989, formata tra l'Italia e la Francia, laureata in Esthétique et Philosophie de l'Art all'Università Sorbonne, a Parigi. Specializzata in Critica Giornalistica per lo Spettacolo all'Accademia d'Arte Drammatica "Silvio d'Amico" di Roma, ha lavorato in alcuni grandi spazi d'arte contemporanea a Milano come mediatrice. Appassionata, in particolare, di creazione artistica e della sua ricezione per ogni tipo di pubblico.