Grandi mostre 2021 in Italia. Da Dante ad ABO, le 10 da non perdere nel nuovo anno

Torna la grande arte all’insegna di importanti anniversari e di artisti molto amati dal pubblico. Dai 700 anni dalla morte di Dante agli 80 anni di Achille Bonito Oliva, ecco le 10 mostre imperdibili del 2021

C’è grande attesa per la riapertura dei musei dopo il lockdown (che si spera possibile a partire dal 15 gennaio) e delle grandi mostre qui ospitate. Questo 2021, poi, sarà l’Anno di Dante, con esposizioni ed eventi pensati per celebrare VII centenario della morte del sommo Poeta. Da Nord a Sud, ecco una selezione dei 10 progetti espositivi da non perdere nel 2021…

-Claudia Giraud

1. MAR DI RAVENNA – UN DANTE POP PER I 700 ANNI DALLA MORTE

Edoardo Tresoldi, Sacral, © Fabiano Caputo

Da settembre, Un’epopea pop mostrerà al MAR – Museo d’Arte la fortuna popolare della figura di Dante, attraverso i secoli e i generi espressivi, dai manoscritti del Trecento fino agli articoli di merchandising. Intrecciato alla mostra, un percorso d’arte contemporanea proporrà, sui temi danteschi, opere di Richard Long, Kiki Smith, Rä di Martino, Elisa Montessori, Tracey Emin, Robert Rauschenberg, Gilberto Zorio… Al centro del chiostro cinquecentesco del MAR, il pubblico avrà l’occasione di entrare fisicamente in Sacral di Edoardo Tresoldi.

Dante. Gli occhi e la mente UN’EPOPEA POP
11 Settembre 2021 – 09 Gennaio 2022
Mar, Museo d’Arte della Città di Ravenna, via di Roma, 13

www.mar.ra.it

2. ROMA – DIECI ANNI DI MAXXI

MAXXI, Esterno, Ph. MsacchioIanniello

Nel 2020 il MAXXI ha compiuto i suoi primi 10 anni. Non potendo farlo prima, li festeggerà nel 2021 con una grande mostra che a partire da fine gennaio riflettere sull’identità del museo, ripercorrendo il cammino fatto e impostando il futuro. L’esposizione, che esplora 5 importanti temi, nasce da un appassionato lavoro di ricerca, riflessione e dibattito, e posa lo sguardo sul primo decennio del XXI secolo attraverso il punto di vista del MAXXI e degli artisti che lo hanno animato e trasformato. Non vuole essere un riassunto autoreferenziale delle mostre del museo, ma una loro rilettura “immateriale” in una prospettiva che ponga le basi di una storia per il futuro. Il tutto con un allestimento curato dallo studio olandese Inside-Outside di Petra Blaisse, riconosciuto per il contributo innovativo nella progettazione di mostre e dell’architettura del paesaggio, capace di creare un ambiente coinvolgente incentrato sull’esperienza multisensoriale.

Una storia per il futuro. Dieci anni di MAXXI
Dal 28 gennaio 2021 al 4 agosto 2021
MAXXI Museo nazionale delle arti del XXI secolo, via Guido Reni, 4 A

https://www.maxxi.art

3. PALAZZO REALE DI MILANO – LE DONNE DELL’ARTE

Fede Galizia, Giuditta con la testa di Oloferne, 1601, Olio su tela, 141×108 cm, Ministero per i Beni e le Attività culturali e per il Turismo – Galleria Borghese

Dal 5 febbraio 2021 Palazzo Reale di Milano ospita la prima grande mostra dedicata alle “Signore dell’Arte”, magnifiche artiste vissute tra il ‘500 e il ‘600, oggi finalmente tornate a risplendere. Oltre 150 opere di 34 artiste, tra cui Artemisia GentileschiSofonisba Anguissola, Lavinia Fontana, Elisabetta Sirani, Giovanna Garzoni e tante altre, per raccontare incredibili storie di donne talentuose e “moderne”.

Le Signore dell’Arte. Storie di donne tra ‘500 e ‘600
Dal 5 febbraio al 6 giugno 2021
Palazzo Reale, Milano, Piazza del Duomo, 12
www.palazzorealemilano.it

4. NAPOLI – MANN E MADRE: UN PATTO PER LA CITTÀ

Fuga dal museo le opere sotto Galleria Principe di Napoli MANN

Con la firma di un protocollo d’intesa, il Museo Archeologico Nazionale  di Napoli e la Fondazione Donnaregina per le arti contemporanee/Museo Madre, due istituti impegnati in attività di valorizzazione internazionale e fortemente presenti nel proprio territorio, danno vita ad progetto comune che, nel 2021, avrà come tema il Mediterraneo e consisterà in attività condivise per promuovere il distretto della cultura, con progetti espositivi integrati pienamente nel quartiere dove i due musei hanno sede a poca distanza uno dall’altro. Il 2021 sarà anche l’anno della grande mostra al MANN su I Gladiatori, che, dall’8 marzo, costituirà un’occasione per valorizzare le armi gladiatorie appartenenti al patrimonio del Mann: questi reperti, da anni “in tour” per esposizioni internazionali, saranno presentati anche nelle collezioni pompeiane del Museo.

I Gladiatori
Dall’8 marzo 2021
MANN Museo Archeologico nazionale di Napoli, Piazza Museo, 19
https://www.museoarcheologiconapoli.it/it/
https://www.madrenapoli.it/

5. CAMERA TORINO – MARTIN PARR E LO SPORT

Martin Parr, Us, Open, NY @Martin Parr Magnum

Sarà uno degli eventi culturali di punta dell’autunno e dell’inverno torinesi. In occasione delle ATP Finals, che si svolgeranno a Torino dal 2021 al 2025, CAMERA ospita, infatti, una grande personale del fotografo inglese Martin Parr (Epsom, 1952), realizzata con Lavazza, a cura di Walter Guadagnini con la collaborazione di Monica Poggi. Membro di Magnum Photos e attento interprete del presente, nel corso degli ultimi decenni Parr ha ritratto la società odierna con spietata e divertita ironia, realizzando immagini che sono diventate vere e proprie icone contemporanee. Attraverso i netti contrasti di colore che caratterizzano il suo stile, ha rivelato gli aspetti grotteschi e goffi di un mondo sempre più consumista e globalizzato. Al centro del percorso allestitivo c’è il tema dello sport, con un importante focus dedicato alle immagini da lui realizzate durante svariati incontri di tennis. La riflessione su questo argomento viene affrontata ad ampio spettro, partendo da una serie di immagini in bianco e nero realizzate da Parr nei primi anni della sua carriera, fino ad arrivare ad alcune delle sue opere più celebri. Catalizzatore di emozioni collettive, lo sport ricorre spesso nella sua produzione, raccontato attraverso le divise, le coreografie e le tradizioni dei tifosi intenti a partecipare a questo grande rito collettivo. 

6. CASTELLO DI RIVOLI – 80 ANNI DI ACHILLE BONITO OLIVA

Achille Bonito Oliva

A fine 2019 Achille Bonito Oliva ha compiuto ottant’anni e il Castello di Rivoli dedicherà ad uno dei giganti dell’arte contemporanea italiana e alla sua critica una grande mostra nel maggio del 2021 non potendolo fare prima. Originariamente parte del programma 2020, il 17 maggio 2021 è, infatti, prevista l’inaugurazione della grande mostra A.B.O. THEATRON. L’Arte o la vitaorganizzata dal CRRI in collaborazione con il Dipartimento Curatoriale dedicata al critico d’arte Achille Bonito Oliva (Caggiano, 1939), che ha donato il proprio Archivio al CRRI. La mostra ha come Main Sponsor GUCCI, e resterà aperta fino all’autunno, compreso il periodo di Artissima. Altre anticipazioni, invece, riguardano le mostre in corso e mai aperte. A partire dalla riapertura del Castello di Rivoli al pubblico proseguirà, infatti, l’esposizione Giulio Paolini. Le Chef-d’oeuvre inconnuche sarà prorogata sino al 28 marzo. Saranno inoltre inaugurate nuovamente a metà marzo e resteranno aperte fino al 7 novembre 2021 le mostre Espressioni. La proposizionee Anne Imhof. SEX. In particolare, e compatibilmente con la situazione sanitaria, è prevista per il 20 e 21 marzo prossimi la grande performance di Anne Imhof in relazione al Narciso di Caravaggio che sarà allestito nell’ambito della mostra.

A.B.O. THEATRON. L’Arte o la vita
Dal 17 maggio 2021
Castello di Rivoli, piazza Mafalda di Savoia, Rivoli (To)
www.castellodirivoli.org

7. PUNTA DELLA DOGANA VENEZIA – RETROSPETTIVA DI  BRUCE NAUMAN

Bruce Nauman Contrapposto Studies I through VII 2015 16. Pinault Collection and Philadelphia Museum of Art. © Bruce Nauman Artists Rights Society ARS New York

Una grande mostra aprirà la stagione 2021 di Punta della Dogana. Si tratta della retrospettiva rivolta all’artista americano Bruce Nauman (1941, Indiana, USA) dal titolo Bruce Nauman. Contrapposto Studies, a cura di Carlos Basualdo, The Keith L. and Katherine Sachs Senior Curator of Contemporary Art al Philadelphia Museum of Art, e Caroline Bourgeois, conservatrice presso la Pinault Collection, in collaborazione con l’artista, e in programma dal 21 marzo 2021 al 9 gennaio 2022. Nauman presenterà a Punta della Dogana la sua produzione più recente e in particolare la serie di opere video che l’artista ha realizzato negli ultimi cinque anni a partire dalla rivisitazione di uno dei suoi primi lavori, il celebre Walk with Contrapposto.

Bruce Nauman. Contrapposto Studies
Dal 21 marzo 2021 al 9 gennaio 2022
Punta della Dogana, Dorsoduro 2, Venezia
https://www.palazzograssi.it

8. GAMEC BERGAMO – REGINA. DELLA SCULTURA

Ti Bergamo, Gamec Bergamo, fonte Facebook

Dopo il prolungamento fino al 28 febbraio delle mostre Ti Bergamo – Una comunità e In The Forest, Even The Air Breathes, la stagione espositiva 2021 della GAMeC inaugurerà nel mese di aprile con Regina. Della Scultura, una grande retrospettiva dedicata a Regina Cassolo Bracchi (Mede, 1894 – Milano, 1974), legata a doppio filo con la parallela acquisizione da parte della Galleria e del Centre Pompidou di Parigi di un importante nucleo di opere dell’artista:  una personalità unica, di grande fascino, rimasta a torto ai margini della storia e riscoperta adesso quale figura complessa e sperimentatrice, versatile e poetica. L’esposizione apre parallelamente alla mostra Women in Abstraction: Another History of Abstraction in the 20th Century, a cura di Christine Macel e Karolina Lewandowska, in programma nel museo parigino dal 5 maggio al 6 settembre 2021, all’interno della quale un’attenzione particolare sarà rivolta proprio all’opera di Regina.

Regina. Della Scultura
Da aprile ad agosto 2021
GAMeC Galleria d’Arte Moderna e contemporanea di Bergamo, via San Tomaso, 53
https://www.gamec.it/

9. MA*GA GALLARATE – IMPRESSIONISTI E APERTURA NUOVO POLO CULTURALE

Firmin Girard Prairie et Villas 1880 c.a

L’evento principale del 2021 – in concomitanza con la nascita del nuovo Polo Culturale gallaratese (un progetto innovativo dedicato alle arti e al sapere) – è in programma dal 12 marzo al 5 settembre; in queste date, si terrà la mostra Impressionisti. Alle origini della modernità che presenterà 180 opere dei maggiori esponenti della pittura francese e italiana del Secondo Ottocento, da Gericault a Courbet, da Manet a Renoir, da Monet a Cézanne a Gauguin, a Boldini e De Nittis, provenienti da collezioni pubbliche e private italiane e francesi.

Impressionisti. Alle origini della modernità
Dal 12 marzo al 5 settembre 2021
Museo MA*GA Gallarate, via E. De Magri 1
www.museomaga.it

10. PALAZZO STROZZI FIRENZE – L’ARTE MODERNA DEGLI STATI UNITI

Andy Warhol, Sixteen Jackies (det.), 1964, Collection Walker Art Center, Minneapolis© The Andy Warhol Foundation for the Visual Arts Inc.

Dal 20 marzo al 25 luglio 2021 Palazzo Strozzi presenta American Art 1961-2001, una grande mostra che per la prima volta racconta l’arte moderna negli Stati Uniti tra due momenti storici decisivi, l’inizio della Guerra del Vietnam e l’attacco dell’11 settembre 2001, attraverso una straordinaria selezione di opere di celebri artisti come Jasper Johns, Donald Judd, Barbara Kruger, Robert Mapplethorpe, Kerry James Marshall,Bruce Nauman, Cindy Sherman, Robert Rauschenberg, Kara Walkere Andy Warhol. A cura di Vincenzo de Bellis (Curator and Associate Director of Programs, Visual Arts, Walker Art Center) e Arturo Galansino (Direttore Generale, Fondazione Palazzo Strozzi), l’esposizione celebra la grande arte americana in quarant’anni di storia dagli anni Sessanta agli anni Duemila attraverso più di 80 opere di 55 artisti americani tra pittura, fotografia, video, scultura e installazioni in prestito dal Walker Art Center di Minneapolis, uno dei più importanti musei di arte contemporanea del mondo.

American Art 1961-2001
Dal 20 marzo al 25 luglio 2021
Palazzo Strozzi, Piazza degli Strozzi, Firenze

https://www.palazzostrozzi.org/

Dati correlati
AutoriMartin Parr, Artemisia Gentileschi
CuratoreAchille Bonito Oliva
Spazi espositiviMADRE - MUSEO D'ARTE CONTEMPORANEA DONNAREGINA, MAXXI - MUSEO DELLE ARTI DEL XXI SECOLO, MANN - MUSEO ARCHEOLOGICO NAZIONALE, GAMEC - GALLERIA D'ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA, PALAZZO STROZZI, MAGA - MUSEO D'ARTE DI GALLARATE, PUNTA DELLA DOGANA - FRANCOIS PINAULT FOUNDATION, CASTELLO DI RIVOLI - MUSEO D'ARTE CONTEMPORANEA, CAMERA CENTRO ITALIANO PER LA FOTOGRAFIA, MAR - MUSEO D'ARTE DELLA CITTA', PALAZZO REALE
Indirizzo
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è Caporedattore Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica "Art Music" dedicata a tutti quei progetti dove il linguaggio musicale si interseca con quello delle arti visive. E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).