Artribune Jobs. Lavoro nell’arte: 5 opportunità da non perdere a fine maggio

Un nuovo appuntamento con lo spazio Artribune Jobs, dedicato alle offerte di lavoro, ai bandi e alle opportunità nel mondo dell’arte. Ecco 5 proposte da tenere d’occhio

Continua il nostro impegno con Artribune Jobs, la rubrica dedicata alle offerte di lavoro nel mondo dell’arte, della fotografia, dell’architettura, del design, dei musei e della creatività in generale. In questo spazio diamo una breve panoramica degli ultimi bandi aperti recentemente in Italia o prossimi alla scadenza, e alle opportunità da cogliere al volo. Artribune Jobs è anche un gruppo Facebook che abbiamo aperto e che sta funzionando molto bene: vi invitiamo a iscrivervi per poter contribuire alla condivisione di bandi, concorsi, opportunità, spunti e offerte in ambito creativo. Intanto, ecco 5 proposte da tenere presente… 

-Claudia Giraud

https://www.facebook.com/groups/artribunejobs/?source_id=135093803227038 

1. CENTRO PER L’ARTE CONTEMPORANEA LUIGI PECCI DI PRATO CERCA SEGRETARIO GENERALE

Centro Pecci, Prato. Photo Fernando Guerra

La Fondazione per le Arti Contemporanee in Toscana, che ha per scopo principale la gestione del Centro Pecci, avvia una procedura informale e non vincolante al fine di selezionare un candidato per la carica di Segretario Generale attraverso la raccolta di candidature di soggetti qualificati in possesso di competenze manageriali e gestionali. L’incarico in oggetto – della durata di tre anni, a decorrere dal 1° dicembre 2020 – costituisce rapporto di lavoro di livello Q2, a tempo determinato, full time, disciplinato dal CCNL Federculture. I candidati dovranno possedere una comprovata esperienza di gestione, elevata qualificazione tecnico-professionale, una conoscenza sulle norme del lavoro e sulla gestione di enti. Devono aver maturato almeno tre anni di esperienza di gestione presso istituzioni pubbliche o private, preferibilmente in ambito culturale, oltre alla conoscenza perfetta della lingua italiana e almeno di quella inglese.

Scadenza: 15 luglio 2020

http://centropecci.it/bandi

2. OPEN CALL TU – RACCONTARE CHI CI AIUTA NELL’EMERGENZA CORONAVIRUS IN UNA FOTO E IN UN TESTO

Call Tu di Perimetro

Tu. è la call promossa da Perimetro e Compagnie Malviste, con il contributo di Fondazione di Comunità Milano che chiede di raccontare con uno scatto qual è la persona, la cosa, l’attività che sta dando sostegno in questi giorni di difficoltà. Sono tempi, infatti, in cui il nostro “perimetro” si è ridotto notevolmente. Tutto è sintetizzato, concentrato su poche piccole azioni quotidiane. Il concorso fotografico chiede di raccontare questo periodo dominato dal coronavirus attraverso un’immagine e una frase da inviare a [email protected] oppure da pubblicare direttamente inserendo l’hashtag #tuopencall e taggando @perimetro__

Scadenza: 30 maggio 2020
https://perimetro.eu/tu/ 

3. POINTS OF VIEW – CALL4ARTIST A SOSTEGNO DELL’EMERGENZA SANITARIA

3 points of view

Quando la storia è conflitto e scissione, arte e bellezza possono essere le vie di fuga. Per questo Points of view è un progetto solidale legato ai linguaggi visivi contemporanei che nasce durante il periodo di lockdown al fine di supportare programmi – nazionali e internazionali – di ricerca e assistenza sanitaria legati all’emergenza mondiale del Coronavirus. Si tratta di un’idea parallela di Salotto 58, progetto ideato da Marianna Santini circa un anno fa – grazie alla collaborazione con Cecilia Giannini e Margherita Bellinzoni e l’appoggio e il sostegno di Matteo Mauro e di Balloon Project, media partner del progetto – che si propone come obiettivo quello di promuovere artisti emergenti e giovanissimi attraverso mostre all’interno di spazi domestici. Points of view invita artisti e creativi a inviare un’immagine, corredata da scheda tecnica e sinossi, di lavori realizzati durante questi giorni di isolamento sociale che verranno selezionati e pubblicati sulla piattaforma online appositamente creata e sui social. Il progetto si propone inoltre come obiettivo quello di realizzare una mostra collettiva nel mese di ottobre. 

Scadenza: non pervenuta

http://pointsofview.salotto58.com/partecipa/ 

4. BANDO DI AUDIZIONE PER IL GRUFFALÒ MUSICAL PER RAGAZZI

Il Gruffalo

Fondazione Aida di Verona, Teatro Stabile del Veneto e Centro Servizi  Culturali Santa Chiara di  Trento in collaborazione con BSMT – Bernstein School of Musical Theater indicono un bando di audizione per quattro performer  con disponibilità per provare nel mese di agosto (nel rispetto delle indicazioni sanitarie in materia di Covid19) e successivo debutto secondo un calendario che verrà in seguito comunicato. Lo spettacolo (nuova produzione) sarà un vero e proprio musical, tratto dal testo bestseller Il Gruffalò, con la drammaturgia di Pino Costalunga le musiche di Patrizio Maria d’Artista e la regia di Manuel Renga a partire dal progetto scenico e visivo del musical inglese già in scena da anni. Si cercano performer che abbiano ottime skills in ogni ambito: canto, recitazione e danza. 

Scadenza: 31 maggio 2020

https://www.fondazioneaida.it/filemanager/Gruffalo-Musical/bando%20di%20audizione%20IL%20GRUFFALO%20(1).pdf

5. FONDAZIONE RAVELLO CERCA DIRETTORE ARTISTICO PER L’EDIZIONE 2020 DEL FESTIVAL

Il palco del Belvedere di Villa Rufolo ph Pino Izzo

Il commissario della Fondazione Ravello, Almerina Bove, facendo proprie le indicazioni condivise nelle ultime sedute del Consiglio di Indirizzo dell’Ente, con proprio decreto ha disposto la pubblicazione di una manifestazione di interesse per la selezione del Direttore artistico della 68esima edizione del Ravello Festival. Il direttore avrà la responsabilità di disegnare il cartellone del Festival che sarà naturalmente segnato dal regime di graduale ripresa delle attività dopo la cosiddetta “fase 1” dell’emergenza Covid-19 e che, per espressa indicazione dei soci fondatori dell’Ente, si protrarrà nel periodo autunnale e natalizio, per accompagnare la ripresa turistica della Città della Musica e dell’intera Costiera Amalfitana.

Scadenza: 26 maggio 2020
www.ravellofestival.com

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è Caporedattore Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica "Art Music" dedicata a tutti quei progetti dove il linguaggio musicale si interseca con quello delle arti visive. E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).