Teatro e danza lungo la Via Francigena del Lazio. La quarta edizione del Festival Radure

“Radure. Spazi culturali” è un festival di teatro e danza che si tiene nei comuni laziali della Via Francigena, per un viaggio artistico volto alla valorizzazione del territorio. Ecco una guida agli eventi in programma

Dal 14 agosto al 18 settembre i comuni laziali di Norma, Segni, Cori, Sermoneta, Maenza e Priverno si animano con i talenti femminili dell’arte e dello spettacolo, invitati in occasione della quarta edizione di Radure. Spazi culturali lungo la via Francigena del Sud. L’iniziativa nasce nel 2019 con l’intento di coinvolgere, valorizzare e promuovere il territorio della Via Francigena attraverso la commistione tra le arti e le identità del luogo. Infatti, ogni Comune ospiterà diverse protagoniste della scena teatrale e jazz, come Susanna Stivali, Gioia Salvatori, Giuliana De Sio, Iaia Forte, Mascia Musy, Giada Prandi e Pamela Villoresi, le quali saranno affiancate da compagnie professioniste locali, per un totale di 16 spettacoli. Ecco una guida agli appuntamenti da non perdere.

– Valentina Muzi

1. RADURE. GLI EVENTI A NORMA

Caro Chico, Norma. Radure. Spazi Culturali

Si parte il 14 agosto alle 18.30 dal Comune di Norma dove una delle più particolari voci del jazz nostrano e internazionale, Susanna Stivali, condurrà lo spettacolo CARO CHICO omaggio a Chico Buarque de Hollanda, portando nella cornice del Parco Archeologico Antica Norba una brezza frizzante proveniente dal Brasile. La voce dI Stivali sarà accompagnata al pianoforte da Alessandro Gwis, poi da Marco Siniscalco con il suo basso elettrico e contrabasso, e infine da Marco Rovinelli alla batteria. Sempre a Norma, il 21 agosto, sarà possibile ascoltare il concerto SOTTO IL CIELO…AD UN PASSO DALLE STELLE dell’ensemble vocale Coro InCantu che, presso la Chiesa di San Rocco, interpreterà le colonne sonore più famose, come I dont know how to love him e I Will follow him, unite a un tributo al maestro Morricone, recentemente scomparso.

2. RADURE. GLI EVENTI A SEGNI

Cuoro © Manuela Giusto

Il 16 agosto nel Comune di Segni sono in programma tre appuntamenti tra musica e teatro: CUORO OH, AMORE! Inciampi per sentimenti altissimi aprirà il sipario della stagione, dove la protagonista della Chiesa di San Pietro sarà Gioia Salvatori (con una replica prevista per il 26 agosto alle ore 19.00 al Tempio d’Ercole di Cori). Il 17 agosto sarà la volta di Giuliana De Sio che in maniera “Favolosa” interpreterà fiabe irriverenti, esplicite, romantiche e dai toni divertenti pungenti. Infine, il 18 agosto gli EKO Orchestra, l’ensemble di chitarre che conta circa quaranta musicisti tra gli 11 e i 22 anni, si esibiranno in un concerto rock.

3. RADURE. GLI EVENTI A CORI

Iaia Forte, Odissea Penelope. Radure. Spazi Culturali

Il 27 agosto a Cori, Iaia Forte vestirà i panni austeri e coraggiosi di Penelope in Odissea Penelope di Giuseppe Argirò, presso il Chiostro di Sant’Oliva. Secondo la storia interpretata, la moglie di Ulisse ripercorre e incontra i “compagni d’avventura” del suo amato, intraprendendo anche un viaggio interiore che la porterà a riflettere e a rivendicare la sua nuova identità forgiata dalla lontananza e dalla solitudine. Il 28 agosto verrà poi ospitato lo spettacolo di Compagnie Le Colonne Come Nasce un Capolavoro. C’era una volta in America, di e con Giancarlo Loffarelli e con Marina Eianti, con le musiche eseguite da Paolo Giusti.

4. RADURE. GLI EVENTI A SERMONETA

Renata storia di violenza sulle donne. Radure. Spazi culturali

Il 2 settembre a Sermoneta è in programma lo spettacolo di danza di GKO Company con RENATA – UNA STORIA DI VIOLENZA SULLE DONNE di Vincenzo Persi. Si proseguirà poi con Preghiera per Cernobyl, dall’opera di Svetlana Aleksievic (Premio Nobel 2015) con Mascia Musy, presso il Belvedere il 3 settembre. Lo spettacolo intende acuire lo sguardo sulle diverse sfaccettature del dramma, passando dall’umano, al sociale, al politico, attraversando anche il disastro ambientale e la fine del comunismo.

5. RADURE. GLI EVENTI A MAENZA

Anna Cappelli. Radure. Spazi Culturali

Dal 10 settembre Radure prosegue a Maenza, e più precisamente al Castello Baronale con lo spettacolo Anna Cappelli di Annibale Ruccello, con Giada Prandi e con la regia di Renato Chiocca. La storia di Anna è ambientata nel pieno degli anni Sessanta, un periodo in cui la morale si accapigliava con l’emancipazione. L’11 settembre sarà la volta di Matutateatro che ambienterà alla Loggia dei Mercanti Antigone o Creonte, ideato, interpretato e diretto da Julia Borretti e Titta Ceccano, con le musiche di Laura Fabriani e Francesco Ciccone.

6. RADURE. GLI EVENTI A PRIVERNO

Acta Teatro. Radure. Spazi culturali

Radure spegne i riflettori a Priverno organizzando tre serate d’eccezione, ovvero con lo spettacolo Gli ultimi di Carnevale ovvero per santità finta in sommo grado, interpretato da Compagnia Acta Teatro nella splendida cornice del Castello di San Martino. Il 17 settembre, Paola Villoresi e Marco Scolastra intoneranno La Musica dell’Anima ritratto di Eleonora Duse tra le note della sua epoca, di Maria Letizia Compatagnelo, presso l’Auditorium Infermeria dei Conversi al Borgo di Fossanova. Il sipario calerà il 18 settembre 2022 al Parco Archeologico Privernum, con le note di EKO Orchestra.

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Valentina Muzi
Valentina Muzi (Roma, 1991) è diplomata in lingue presso il liceo G.V. Catullo, matura esperienze all’estero e si specializza in lingua francese e spagnola con corsi di approfondimento DELF e DELE. La passione per l’arte l’ha portata a iscriversi alla Facoltà di Studi Storico-Artistici dell’Università di Roma La Sapienza, laureandosi in Storia dell’Arte Contemporanea e svolgendo il tirocinio formativo presso il MLAC - Museo e Laboratorio di Arte Contemporanea dell’Ateneo, parallelamente ha frequentato un Executive Master in Management dei Beni Culturali presso la Business School del Sole24Ore di Roma. Dal 2016 svolge attività di PR, traduzione di cataloghi, stesura di testi critici e curatela indipendente. Dal 2017 svolge l’attività di giornalista di taglio critico e finanziario per riviste di settore. Attualmente è membro del Board Strategico presso l’Associazione culturale Arteprima noprofit, nella stessa ha svolto il ruolo di Social Media Manager ed è Responsabile organizzativa della piattaforma Arteprima Academy.