Jacopo Tissi primo ballerino italiano a diventare étoile del Bolshoi

Diplomato alla Scuola di Ballo del Teatro alla Scala nel 2014, Tissi è anche il primo italiano a venire ammesso al teatro di Mosca.

Tissi come Salvator Rosa nel balletto Catarina ou la fille du bandit (via Facebook)

Complimenti al ballerino Jacopo Tissi, vero e proprio orgoglio italiano nel mondo”: così il ministro della Cultura Dario Franceschini ha accolto e celebrato la nomina dell’ex ballerino del Teatro alla Scala Jacopo Tissi a étoile del Teatro Bolshoi, il più prestigioso teatro della Federazione Russa e tra i migliori teatri al mondo per il balletto. Dopo aver danzato nel ruolo del Principe dello Schiaccianoci di Yuri Grigorovich, il 31 dicembre scorso, è arrivata la nomina a Principal Dancer del Bolshoi di Mosca da parte del direttore Makhar Vaziev, “un traguardo straordinario per un talento riconosciuto e apprezzato in tutto il mondo. Ed è un altro importante riconoscimento per la danza italiana che deve essere sostenuta con impegno”, ha rimarcato Franceschini. Le prime rappresentazioni in cui Tissi inaugurerà il nuovo titolo di étoile sono la Raymonda e il Lago dei cigni, nel mese di gennaio.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Jacopo Tissi 🇮🇹 (@jacopotissi)

JACOPO TISSI, PRIMO BALLERINO DEL BOLSHOI,

Sono in molti ad aver visto in Tissi l’erede spirituale di Roberto Bolle, étoile della Scala e (primo al mondo a tenere le due cariche contemporaneamente) Principal Dancer dell’American Ballet Theatre di New York, nonché Guest Artist al Royal Ballet. Pavese di nascita, della città di Landriano, il giovane ballerino classe 1995 si era diplomato a Milano con i maestri Maurizio Vanadia e Leonid Nikonov. Aveva già danzato al Vienna State Ballet ed era diventato solista aggiunto alla Scala proprio sotto la direzione di Makhar Vaziev. Diplomato alla Scuola di Ballo del Teatro alla Scala nel 2014, Tissi era diventato pochi anni dopo, nel 2017, il primo italiano a essere ammesso nel corpo di ballo del Bolshoi (nonché il primo europeo, visto che oltre a lui i soli stranieri sono tre giovani formatisi al distaccamento brasiliano dell’Accademia del Bolshoi a Joinville). La sua luminosa carriera, cominciata da pochi anni e già all’apice del tempio mondiale del balletto, lascia presagire grandi cose.

– Giulia Giaume

Jacopo Tissi (via Facebook)
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giulia Giaume
Amante della cultura in ogni sua forma, è divoratrice di libri, spettacoli, mostre e balletti. Laureata in Lettere Moderne, con una tesi sul Furioso, e in Scienze Storiche, indirizzo di Storia Contemporanea, ha frequentato l'VIII edizione del master di giornalismo Walter Tobagi. Collabora con diverse riviste su temi culturali, diritti civili e tutto ciò che è manifestazione della cultura umana, semplicemente perché non può farne a meno.