Silenzio di S A R R A M: un disco nato in lockdown

È un disco corale che si ispira al silenzio quello pubblicato a settembre da S A R R A M, progetto solista di matrice strumentale di Valerio Marras.

S A R R A M Photo Claudio Spanu
S A R R A M Photo Claudio Spanu

Se per John Cage il silenzio rappresentava la liberazione del suono dalla schiavitù dell’intenzione, in tempo di pandemia assume connotati più tristemente legati alla contingenza, trasformandosi in una condizione di vita, in uno status sociale. “‘Silenzio’ rappresenta ciò che ho sentito e percepito per mesi: l’immobilità”, ci racconta Valerio Marras, che durante il lockdown in Sardegna ha concepito, per il suo progetto solista di matrice strumentale S A R R A M, il nuovo disco chiamandolo proprio Silenzio, “intraducibile in sardo perché nella nostra realtà antica non necessitava di una vera e propria parola per essere descritto o definito”.

L’ALBUM DI S A R R A M

L’album è un concentrato, in 40 minuti di musica, di drone music, sound design, field recording, ambient music, elettronica, in otto tracce che fanno da colonna sonora ad altrettante testimonianze in ceco, farsi, sardo, tedesco. “Durante il lockdown mi sono venute in mente un sacco di persone conosciute in anni di tour e ho deciso di invitarle a parlare – nella propria lingua madre – del periodo che stavano vivendo”, continua Marras. “Thomas Malotin è ceco e ha scritto una poesia riguardo alla vita dentro quattro mura. Elaheh Mohammadbaghban è persiana e il suo è un discorso politico riguardo alla gestione della pandemia e del virus stesso. Diego Pani è sardo, ma in quel periodo si trovava a Washington DC, dove ha vissuto non solo la pandemia ma anche gli effetti dell’assassinio di George Floyd, vedendo una città in lockdown trasformarsi in una città in rivolta. Dimitrios Kaitsis ha parlato del suo 2020 fino a quel momento, fra alti e bassi; Sarah Kristof della sua nuova routine e di quello che stava succedendo in Austria. Le tre tracce strumentali sono di Gabriele Gasparotti, Daniele Borri e Giona Vinti e rappresentano le testimonianze italiane che si esprimono nella lingua universale della musica”.

S A R R A M, Silenzio (2020)
S A R R A M, Silenzio (2020)

UN DISCO CORALE

Successivamente il chitarrista sardo, già in attività con Thank U For Smoking e Charun, ha creato i suoni tramite registrazioni del suo ambiente domestico. Per ultima è arrivata la copertina del disco, nata da una foto. “Tutte le persone coinvolte in ‘Silenzio’ hanno ricevuto lo stesso invito. Nel caso di Paolo ‘Animamundi’ Sanna il messaggio si rivolgeva all’immagine stessa che l’idea alla base del disco avrebbe dovuto riflettere. Per Claudio Spanu di Nubifilm, che ha curato l’interno dell’artwork, è successa la stessa cosa”. Pubblicato a settembre in digitale, Silenzio è uscito in CD il 4 ottobre.

Claudia Giraud

sarram.bandcamp.com

Versione aggiornata dell’articolo pubblicato su Artribune Magazine #56

Abbonati ad Artribune Magazine
Acquista la tua 
inserzione sul prossimo Artribune

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è Caporedattore Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica "Art Music" dedicata a tutti quei progetti dove il linguaggio musicale si interseca con quello delle arti visive. E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).