Idee per Natale. Dal panettone di Palazzo Madama ai Temporary Store di Galleria Varsi&Asian Fake

Dal classico dolce natalizio personalizzato con un’antica ricetta dei Savoia ai prodotti discografici inediti grazie a una partnership tra una label e una galleria, ecco alcune idee regalo. Tra Torino, Milano e Roma

Il Panettone di Palazzo Madama, ph Claudia Giraud
Il Panettone di Palazzo Madama, ph Claudia Giraud

Si avvicina il Natale, con l’immancabile corsa ai regali, e qualche idea in proposito la suggerisce anche il mondo della cultura che punta al marketing per avvicinare pubblici nuovi. Come nel caso dell’originale partnership stipulata tra Fondazione Torino Musei e l’azienda agricola piemontese Fantolino per la promozione culturale della città e la valorizzazione dei prodotti del Piemonte. Ne nasce un panettone, anzi Il Panettone di Palazzo Madama, in vendita presso lo storico Museo Civico di Arte Antica: il classico dolce delle ricorrenze natalizie è personalizzato da Fantolino con una ricetta e un packaging dedicati all’antica tradizione cioccolatiera delle Madame Reali.

ARTE E MUSICA

Abbiamo fortemente voluto creare un prodotto di eccellenza che si ponesse sul mercato come una produzione esclusiva in serie limitata, finalizzata alla valorizzazione delle tradizioni gastronomiche della nostra città”, spiega Gabriella Fantolino che presenta anche un altro suo prodotto nato per l’occasione: “Fantolino come da tradizione ospita sulle proprie confezioni la promozione di attività etiche e ad alto valore, anche culturale. L’attività realizzata con Fondazione Torino Musei è un esempio di collaborazione tra pubblico e privato a beneficio della collettività”. Si tratta, infatti, di 400mila confezioni di uova che contengono al loro interno un voucher per l’acquisto agevolato del biglietto multimuseo di Palazzo Madama, Gam e Mao. Di tutt’altro genere, invece, la proposta di Galleria Varsi. Lo spazio romano dedicato alla produzione e diffusione della cultura artistica underground è, infatti, protagonista di una partnership con la label milanese Asian Fake, tra le più rilevanti etichette indipendenti del panorama discografico italiano che ha lanciato artisti come Coma_Cose, Venerus, Darrn e Frenetik&Orang3. La collaborazione consiste nell’apertura, fino al 24 dicembre, di due Temporary Store nelle città di Roma e Milano per raccontare, da una parte, l’esperienza dell’etichetta e, dall’altra, presentare produzioni artistiche inedite di Varsi, tra le più giovani realtà che producono street culture nella capitale dal 2013.

LE COLLABORAZIONI

Nonostante abbia pochissimi anni di esperienza”, dichiara il fondatore Massimo Scrocca, “la Galleria Varsi è sicuramente riconosciuta a livello internazionale, grazie anche alle continue collaborazioni con artisti internazionali del calibro degli Broken Fingaz, Etam Cru, Waone, Jeremy Fish, Sebas Velasco, Borondo, Alberonero, Sbagliato, Daniel Munoz, Fintan Magee, Etnik e due leggende sacre nella scena dei graffiti americana anni 80, Blade e Skeme”. All’interno dei Temporary Store verranno presentati prodotti discografici noti ma soprattutto inediti, stampe a edizione limitata, gadget e capsule collection realizzate da Asian Fake in collaborazione con brand come Diadora, Eastpack e Polaroid Eyewear, oltre a momenti di musica live alternati agli incontri con i fan. Varsi presenterà, invece, fumetti, illustrazioni e stampe firmati da Marco Locati, giovane talento del fumetto italiano che ha contribuito a definire l’immaginario estetico della label milanese. Gli spazi ospiteranno anche stampe inedite a edizione limitata dell’artista Fontanesi, lavori che saranno disponibili sia a Roma che a Milano.

-Claudia Giraud

www.galleriavarsi.it
https://www.asianfake.com/
https://www.palazzomadamatorino.it

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è Caporedattore Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica "Art Music" dedicata a tutti quei progetti dove il linguaggio musicale si interseca con quello delle arti visive. E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).