Notte trap con Young Signorino per l’art week: il video della performance a Torino

Durante l’Art Night di Artissima & Co., alla Gagliardi e Domke l’artista Fabio Viale ha presentato il suo David tatuato. Per l’occasione il discusso trapper si è esibito in galleria. Noi c’eravamo, ecco il video

Young Signorino, Gagliardi e Domke, Torino
Young Signorino, Gagliardi e Domke, Torino

Sabato 3 novembre a Torino, nei giorni caldi di Artissima e Club To Club, alla galleria Gagliardi e Domke l’artista Fabio Viale ha presentato la scultura del volto di David con i tatuaggi di Young Signorino: il discusso trapper cesenate per l’occasione si è esibito davanti al pubblico curioso, presente all’inaugurazione. Fabio Viale è un artista attualissimo. Originario di Cuneo, è noto per la sua grande abilità nel modellare il marmo e nel reinterpretare le tematiche classiche in un’ottica del tutto contemporanea: statue greche tatuate, barche e dee marmoree, pneumatici…è l’artista pop che meglio ha saputo svecchiare questo materiale lapideo. Provocatorio e sempre attuale, l’artista decide di osare portando nella galleria di Pietro Gagliardi e Christian Domke un’opera inedita della serie Souvenirs, presentata proprio in occasione della mostra. Viale scolpisce e modella il volto del David marchiato dagli stessi tatuaggi sfoggiati dal trapper Young Signorino, passato e presente che dialogano tra loro. Un presente molto discusso quello di Young Signorino, giovane artista emergente che ha fatto parlare di sè per i temi forti e diseducativi trattati nei suoi brani, come droga e satanismo. Figlio dei nuovi Media e dell’uso dei social, Signorino – classe 1999 – ha infranto il sistema arrivando dritto al suo pubblico sulle note del celebre Mmh ha ha ha. Un pubblico curioso si è recato ieri alla galleria Gagliardi e Domke, dagli appassionati d’arte fino ai giovani fan in prima linea. Young Signorino, nome d’arte per Paolo Caputo, si è esibito portando i pezzi del suo primo ep annunciato pochi giorni fa su Instagram: Gelaro, Total black, Guido e Drillo, Nebulosa e Polo skrt.

-Bianca Felicori

Dati correlati
AutoreYoung Signorino
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Bianca Felicori
Bianca Felicori è architetto junior e studentessa del corso di Laurea Magistrale in Architettura e Disegno Urbano presso il Politecnico di Milano. Inizia il suo percorso nella redazione di Domus insieme all’ex direttore Nicola Di Battista, correlatore della sua tesi di laurea triennale “L’occhio dell’arte in Domus” dedicata al rapporto tra la disciplina artistica e quella architettonica, con il contributo di Mimmo Paladino. Dopo l’esperienza all’interno della redazione, partecipa attivamente agli eventi dedicati all’architettura in Italia - Salone Internazionale del Mobile e Biennale di Venezia. Nata a Bologna e residente a Milano, è oggi redattrice di Artribune e si occupa di architettura e arti visive.