Su Sky Arte: la musica del Modena City Ramblers

Sono i Modena City Ramblers i protagonisti del nuovo episodio della serie “My Generation” in onda su Sky Arte sabato 2 aprile

Su Sky Arte: la musica del Modena City Ramblers
Su Sky Arte: la musica del Modena City Ramblers

Prosegue con i Modena City Ramblers il viaggio della serie My Generation fra le realtà musicali più significative degli Anni Novanta. Nella puntata in onda su Sky Arte sabato 2 aprile, l’attenzione si concentra sulla band che ha fatto della capacità di combinare sonorità folk irlandesi, lotta e impegno politico il proprio tratto distintivo. Riconoscendosi come progetto combat folk, i Modena City Ramblers sono presenti nel panorama indipendente italiano da trent’anni. A catapultarli al centro della scena nazionale è stato il disco d’esordio, datato 1994: Riportando tutto a casa. Il successo della formazione viene sostenuto anche dai due album successivi, La grande famiglia e Terra e libertà, rispettivamente usciti nel 1996 e nel 1997.

LA STORIA DEI MODENA CITY RAMBLERS

Anche attraverso gli interventi di protagonisti del decennio preso in esame – giornalisti, fotografi, discografici ed esponenti del mondo dello spettacolo –, il documentario ricostruisce la storia e l’attività del gruppo, mostrandone l’evoluzione dello stile. Nell’arco della loro carriera, i Modena City Ramblers si sono infatti aperti alle contaminazioni, accogliendo il punk, il celtic rock, il dub e il reggae, quest’ultimo presente in particolare nel lavoro Radio Rebelde, del 2002. Pubblicato nel 2017, Mani come rami, ai piedi radici è il più recente album di inediti del gruppo. Risale a due anni dopo il live acustico Riaccolti, un tributo a vent’anni di distanza dallo storico album dal vivo Raccolti del 1998.

I contenuti del sito di Sky Arte sono curati da Artribune. Scoprite a questo link tutte le novità di palinsesto e le news che arricchiscono il portale

https://arte.sky.it/

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.