La famosa invasione degli orsi in Sicilia, l’animazione italiana colpisce a Cannes72

Una storia bellissima che unisce leggenda e tradizione. Un’animazione italiana al Festival di Cannes con le voci di Toni Servillo, Antonio Albanese, Corrado Guzzanti e il grandissimo Andrea Camilleri.

La famosa invasione degli orsi in Sicilia
La famosa invasione degli orsi in Sicilia

Una sorpresa tutta italiana al 72esimo Festival di Cannes. Si tratta del film d’animazione La famosa invasione degli orsi in Sicilia di Lorenzo Mattotti, in competizione in Un Certain Regard. Un gioiellino inaspettato e dal grande valore artistico. La storia: nel tentativo di ritrovare il figlio da tempo perduto e di sopravvivere ai rigori di un terribile inverno, Leonzio, il Grande Re degli orsi, decide di condurre il suo popolo dalle montagne fino alla pianura, dove vivono gli uomini. Grazie al suo esercito e all’aiuto di un mago, riuscirà a sconfiggere il malvagio Granduca e a trovare finalmente il figlio Tonio. Ben presto, però, Re Leonzio si renderà conto che gli orsi non sono fatti per vivere nella terra degli uomini.

L’ISPIRAZIONE DA PARTE DI BUZZATI

L’esordio alla regia del fumettista Lorenzo Mattotti trova origine nel romanzo breve che lo scrittore Dino Buzzati scrisse nel 1958. “In questa favola vedevo delle grandi potenzialità per fare un grande spettacolo per un film per bambini. Ho sempre adorato la dolcezza di questi orsi, per raccontare situazioni dure e forti. Un’ironia distaccata. Una favola piena di argomenti che non dà soluzioni, ma con un segreto custodito dal vecchio orso e che riguarda un’apertura al futuro. È un film che mostra la complessità della vita. Non fa differenza solo tra chi è buono e chi no. È una sorta di commedia dell’arte”, racconta il regista. Un film accessibile a tutti, grandi e piccini. Semplicità e impianto metaforico sono le parole d’ordine. Dopo 5 anni di lavoro Mattotti riesce a chiudere il suo lavoro forse più complesso. E se per l’animazione che non è firmata Disney c’è sempre qualcuno che storce il naso, qui con La famosa invasione degli orsi in Sicilia c’è solo da ricredersi. Buzzati è da sempre fonte di ispirazione per il regista-fumettista, anche nel suo modo di disegnare. La famosa invasione degli orsi in Sicilia ha un disegno lineare e naif ma al tempo stesso molto creativo.

VOCI E RIFERIMENTI CINEMATOGRAFICI

La famosa invasione degli orsi in Sicilia ha delle voci d’eccezione: Toni Servillo, Antonio Albanese, Corrado Guzzanti e lo scrittore Andrea Camilleri. E su quest’ultimo Mattotti racconta: “abbiamo lavorato con una ricchezza di accenti, ne abbiamo guadagnato in giocosità. Camilleri mi conosceva e ha detto sì anche se aveva paura di doppiare”. Per quanto riguarda i riferimenti cinematografici ha aggiunto: “nel cinema di animazione c’è il grande Walt Disney con i suoi classici che sono fuori dal tempo. C’è molto anche di Hayao Miyazaki con La storia della principessa splendente. E poi i riferimenti a grandi film d’animazione come Yellow Sommarie per la fantasia, la libertà e per la grafica viene fuori in certe sequenze Roland Topor con Il pianeta selvaggio. La mia idea era quella di creare grandi paesaggi per dare spazialità alle immagini come se lavorassimo in un film di avventura sul genere di Lawrence d’Arabia.

Margherita Bordino

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Margherita Bordino
Classe 1989. Calabrese trapiantata a Roma, prima per il giornalismo d’inchiesta e poi per la settima arte. Vive per scrivere e scrive per vivere, se possibile di cinema o politica. Con la valigia in mano tutto l’anno, quasi sempre in giro per il Belpaese tra festival e rassegne cinematografiche o letterarie. Laureata in Letteratura, musica e spettacolo, e Produzione culturale, giornalismo e multimedialità. È giornalista pubblicista e lavora come freelance. Collabora tra gli altri con Cinematographe.it, la Rivista 8 1/2, fa parte della redazione del programma tv Splendor e coordina Cinecittà Luce Video Magazine.