Disney+: buone nuove sulla piattaforma più attesa e forse desiderata del momento

Dal palco del Burbank campus il Ceo Disney Bob Iger ha annunciato i dettagli della piattaforma streaming che andrà in chiaro il 12 novembre prossimo ma solo per gli abbonati statunitensi.

Walt Disney
Walt Disney

Il Ceo Disney, Bob Iger, ha lanciato una vera bomba. Ha finalmente rivelato la data di “nascita” della piattaforma streaming targata Disney. Dal palco del Burbank campus, durante l’incontro dedicato ai suoi investitori, il Ceo Disney ha annunciato che Disney+ sarà disponibile a partire dal 12 novembre prossimo, in un primo momento però solo per gli abbonati Usa. Una buona notizia per gli amanti della Disney, in quanto il nuovo servizio streaming della major è atteso da diverso tempo; una temibile notizia per i tanti competitor. Disney+ segnerà sicuramente un cambiamento nel fare e percepire il sistema e l’industria cinematografica, c’è da capire se le sale ne risentiranno maggiormente o non dovranno temere! Inoltre Bob Iger ha rassicurato i tanti investitori: Disney conta di espandersi in tutto il mondo entro il 2021. L’Italia, come per il resto d’Europa e in Asia, potrà godere del servizio streaming di Disney+ da inizio 2020.

ABBONAMENTO E CONTENUTI

Il Ceo Disney ha fatto un punto abbastanza dettagliato sul piano strategico di Disney+. L’obiettivo primario è quello di raggiungere i 90 milioni di iscritti entro il 2024. Sicuramente Disney+ farà concorrenza a Netflix e i numeri parlano da soli: l’abbonamento mensile costerà 6,99 dollari, oppure sarà possibile sottoscrivere un abbonamento annuale alla cifra di 69,99 dollari. L’abbonamento mensile di Netflix Usa al momento è di 13 dollari! I contenuti di Disney+ saranno privi di pubblicità e scaricabili sui dispositivi fisici per poter essere visti senza collegamento internet. Nella library saranno disponibili: i film di Star Wars, tutti i titoli Pixar, Togo (film originale con Willem Dafoe), Timmy Failure (bastato sul libro illustrato di Stephen Pastis), Stargirl (basata sul libro di Jerry Spinelli) e oltre 7.500 episodi e 500 film del catalogo originale Disney.

IL CATALOGO

Arricchiranno questa libreria digitale anche grandi “cult” come la serie The Simpson, la nuova serie TV di Star Wars The Mandalorian realizzata da John Favreau, la maggior parte dei corti della Pixar, il live action Lady and the Tramp con Tessa Thompson e Justin Theroux, Il mondo secondo Jeff Goldblum (attraverso Net Geo), oltre 250 ore di contenuti da Net Geo, 5.000 episodi di contenuti di Disney Channel e 100 film originali di Disney Channel. L’arrivo della piattaforma Disney+ la Walt Disney Company punta a una vera rivoluzione 3.0 e crede talmente tanto in questo progetto da volere investire nella produzione di contenuti originali circa 1 miliardo, solo nel 2020.

-Margherita Bordino

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Margherita Bordino
Classe 1989. Calabrese trapiantata a Roma, prima per il giornalismo d’inchiesta e poi per la settima arte. Vive per scrivere e scrive per vivere, se possibile di cinema o politica. Con la valigia in mano tutto l’anno, quasi sempre in giro per il Belpaese tra festival e rassegne cinematografiche o letterarie. Laureata in Letteratura, musica e spettacolo, e Produzione culturale, giornalismo e multimedialità. È giornalista pubblicista e lavora come freelance. Collabora tra gli altri con Cinematographe.it, la Rivista 8 1/2, fa parte della redazione del programma tv Splendor e coordina Cinecittà Luce Video Magazine.