Live Works 2018, ecco il bando per partecipare alla residenza a Dro dedicata alla performance art

Ritorna anche quest’anno Live Works, bando internazionale dedicato alla performance art. Gli artisti selezionati potranno trascorrere un periodo di residenza presso Centrale Fies in Trentino, promotore del progetto, e prendere parte al Festival Drodesera, in programma il prossimo luglio. Ecco come partecipare

Centrale Fies
Centrale Fies

C’è tempo fino al 2 aprile per partecipare a Live Works Performance Act Award, bando internazionale giunto alla sua sesta edizione dedicato alla performance art. Indetto, promosso e sostenuto da Centrale Fies e a cura di Barbara Boninsegna, Simone Frangi e Daniel Blanga Gubbay, Live Works offrirà agli artisti selezionati un periodo di residenza creativa che si svolgerà presso gli spazi di Centrale Fies a Dro, in Trentino, dal 7 al 22 luglio 2018.

COSA È LIVE WORKS

Ideata nel 2013 da Centrale Fies in collaborazione con Viafarini, Live Works è una piattaforma dedicata alle pratiche contemporanee live che contribuiscono all’approfondimento e all’ampliamento della nozione di “performance”. La piattaforma vuole misurare la concretezza della performance nel reale, indagando l’idea di “live” nella sua duplice natura – “dal vivo” e “il vivo” – dando spazio a momenti in cui la performance si integra nelle dinamiche della vita. Live Works intende quindi la performance come spazio di lavoro e come strumento ed esercizio culturale, riservando un’attenzione particolare a ricerche artistiche “dal vivo” prescindendo proprio dalla loro presunta provenienza disciplinare. La piattaforma sostiene e produce ricerche ibride con l’intento di sottolineare la natura di “apertura” e fluidità del performativo, la sua implicazione sociale e politica e la sua intelligibilità pubblica.

Live Works 2018
Live Works 2018

COME PARTECIPARE

Possono partecipare al bando artisti e professionisti di ogni provenienza geografica e senza limiti di età, singoli o gruppi, con un solo progetto. Al bando sono ammessi solo progetti inediti o di lungo periodo che devono essere sviluppati e/o conclusi e di cui la partecipazione al premio rappresenta un capitolo o la fase finale. Sono ammesse al bando azioni performative emergenti di diversa natura, comprese performance, sound and new media art, text-based performance, lecture performance, multimedia storytelling, pratiche coreografiche, pratiche relazionali, progetti workshop-based e progetti che mettono in discussione l’idea di performance al di là del corpo. I progetti selezionati da Live Works, in tutto 9, saranno invitati a partecipare a una residenza di produzione presso Centrale Fies dal 7 al 17 luglio 2018, e avranno a disposizione un budget di 1.500 euro ciascuno. La produzione dei progetti performativi in residenza avverrà intrecciando diverse tipologie di curatela, dallo sviluppo tecnico all’accompagnamento teorico, attraverso una Free School of Performance consistente in studio visit, critical session e reading group. Gli artisti che intendono partecipare al premio dovranno compilare, entro il prossimo 2 aprile, il modulo di iscrizione online al seguente link,  allegare il progetto di performance da sviluppare durante il periodo di residenza e provvedere al pagamento di 24 euro per le spese di iscrizione a parziale copertura dei costi segreteria tramite modulo online o bonifico.

LE FASI FINALI DEL CONCORSO

Le performance prodotte durante la residenza saranno presentate durante la 38esima edizione del Festival Drodesera, in programma dal 20 al 22 luglio 2018. In questa occasione, i nove progetti saranno visionati e discussi da un guest board di professionisti internazionali, provenienti da festival, istituzioni, programmi di produzione e residenza e manifestazioni che sostengono e producono la ricerca in ambito performativo. Il guest board dell’edizione 2018 di Live Works sarà composto da Vittoria Matarrese, Anne Breure, Alessio Antoniolli, Gundega Laivina e Alexander Roberts. I nove progetti selezionati potranno inoltre beneficiare di un ulteriore periodo di residenza di 10 giorni presso Centrale Fies, nel periodo compreso tra l’1 agosto e il 31 dicembre 2018, a scelta del singolo vincitore. Qui il link per visionare il bando.

– Desirée Maida

www.liveworksaward.com

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Desirée Maida
Desirée Maida (Palermo, 1985) ha studiato presso l’Università degli Studi di Palermo, dove nel 2012 ha conseguito la laurea specialistica in Storia dell’Arte. Palermitana doc, appassionata di alchimia e cultura giapponese, approda al mondo dell’arte contemporanea dopo aver condotto studi sulla pittura del Tardo Manierismo meridionale (approfonditi durante un periodo di ricerche presso la Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis) e sull’architettura medievale siciliana. Ha scritto per testate siciliane e di settore, collaborato con gallerie d’arte e curato mostre di artisti emergenti presso lo Spazio Cannatella di Palermo. Oggi fa parte dello staff di direzione di Artribune e cura per realtà private la comunicazione di progetti artistici e culturali.