Anche la Street Art omaggia (o sfotte?) l’Oscar Leonardo DiCaprio. A Los Angeles l’immagine dell’attore con la statuetta e la scritta: “Mai arrendersi”

Lo strazio per Leonardo DiCaprio è durato oltre vent’anni: periodo in cui Kate Winslet ha riscosso il riconoscimento che a lui è stato negato per cinque volte di seguito. Le ripetute nomination andate a vuoto hanno generato in rete le gif virali più improbabili ed esilaranti, inclusa quella dove Matthew McConaughey si batteva il petto […]

Il murales dedicato a Leonardo DiCaprio

Lo strazio per Leonardo DiCaprio è durato oltre vent’anni: periodo in cui Kate Winslet ha riscosso il riconoscimento che a lui è stato negato per cinque volte di seguito. Le ripetute nomination andate a vuoto hanno generato in rete le gif virali più improbabili ed esilaranti, inclusa quella dove Matthew McConaughey si batteva il petto con l’Oscar (la sequenza originale senza statuetta, proveniva da The Wolf of Wall Street di Martin Scorsese). Non c’è stato intervistatore che non abbia torturato DiCaprio con la fatidica domanda su questo buco nella sua carriera. Dal 28 febbraio i meme non si sono fermati: hanno solo cambiato spunto (vedi caso the JakaL). Nessuno si aspettava però la comparsa d’un enorme murales su La Brea Avenue a Los Angeles, città natale dell’attore, dove uno street artist senza nome ha omaggiato il protagonista di The Revenant, riportando accanto alla sua figura in smoking e Oscar uno stencil con la scritta Never Never Give Up

Federica Polidoro

CONDIVIDI
Federica Polidoro
Federica Polidoro si laurea in Studi Teorici Storici e Critici sul Cinema e gli Audiovisivi all'Università Roma Tre. Ha diretto per tre anni il Roma Tre Film Festival al Teatro Palladium, selezionando opere provenienti da quattro continenti, coinvolgendo Istituti di Cultura come quello Giapponese e soggiornando a New York per la ricerca di giovani talent sia nel circuito off, che nell'ambito dello studentato NYU Tisch, SVA e NYFA. Ha girato alcuni brevi film di finzione, premiati in festival e concorsi nazionali. Ha firmato la regia di spot, sigle e film di montaggio per festival, mostre, canali televisivi privati e circuiti indipendenti. Sta lavorando ad un videoprogetto editoriale per la casa editrice koreana Chobang. È giornalista pubblicista e negli anni ha collaborato con quotidiani nazionali, magazine e web media come Il Tempo, Inside Art e Il Faro. Ha seguito da corrispondente i principali eventi cinematografici dell'agenda internazionale tra cui Cannes, Venezia, Toronto, Taormina e Roma e i maggiori avvenimenti relativi all'arte contemporanea della Capitale. Attualmente insegna Tecniche di Montaggio all'Accademia di Belle Arti.