Il mito di Piero della Francesca in mostra a Forlì. Vittorio Sgarbi lo spiega nella videointervista su Artribune

Non è uno dei curatori, non è un componente del comitato scientifico: Vittorio Sgarbi era all’anteprima della grande mostra Piero della Francesca. Indagine su un mito come visitatore. Ma noi ne abbiamo approfittato proprio per farci raccontare il mito di Piero nella sua interpretazione: quella dei curatori, nella persona del presidente del comitato scientifico Antonio […]

Non è uno dei curatori, non è un componente del comitato scientifico: Vittorio Sgarbi era all’anteprima della grande mostra Piero della Francesca. Indagine su un mito come visitatore. Ma noi ne abbiamo approfittato proprio per farci raccontare il mito di Piero nella sua interpretazione: quella dei curatori, nella persona del presidente del comitato scientifico Antonio Paolucci, la leggerete nell’intervista che pubblicheremo nei prossimi giorni.

La mostra: un percorso che – come è ovvio, data l’inamovibilità della quasi totalità delle sue opere – prende solo spunto da Piero della Francesca, del quale sono comunque esposte alcune opere fondamentali, su tutte la Madonna della Misericordia proveniente da Sansepolcro. Per poi addentrarsi in una ricerca, senza precedenti con questa organicità e ricchezza, sulla sua influenza fra gli artisti coevi ed i successori, fino ai giorni nostri. Un grande sforzo organizzativo, ripagato da una mostra che resterà fra gli appuntamenti imperdibili di questa primavera: ve la racconteremo prestissimo con una ampia recensione, intanto ve la facciamo vedere in anteprima con l’ampia fotogallery…

Massimo Mattioli

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Nel 2014 ha curato, assieme a Fabio De Chirico, la mostra Artsiders, presso la Galleria Nazionale dell'Umbria di Perugia. Fa parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.
  • frank brooks

    noto un assemblaggio di opere cosi caotico da renderlo indecifrabile a chiunque…anche Sgarbi che di solito è molto lucido e analitico mi è sembrato piuttosto laconico nell’illustrare l’allestimento.Non ho ancora visitato la Mostra per cui si prenda questa mia valutazione con beneficio d’inventario.