Michele Coppola è il nuovo direttore delle Gallerie d’Italia di Intesa Sanpaolo. L’ex assessore alla cultura della Regione Piemonte curerà anche il Progetto Cultura

Anche se l’attenzione di tutti è puntata sugli esiti della grande selezione lanciata da Franceschini per dare nuovi direttori ai primi venti musei italiani, non sono quelli gli unici a rinfrescare gli organici. Proprio in questi giorni Intesa Sanpaolo ha presentato il nuovo direttore di un museo – anzi, di un network di musei – […]

Michele Coppola

Anche se l’attenzione di tutti è puntata sugli esiti della grande selezione lanciata da Franceschini per dare nuovi direttori ai primi venti musei italiani, non sono quelli gli unici a rinfrescare gli organici. Proprio in questi giorni Intesa Sanpaolo ha presentato il nuovo direttore di un museo – anzi, di un network di musei – che nulla ha da invidiare ai venti suddetti: parliamo delle Gallerie d’Italia, prestigiosi spazi della collezione del gruppo con importanti sedi a Milano, Napoli e Vicenza. Inevitabile dunque la scelta di un nome altrettanto prestigioso: quello di Michele Coppola, l’ex assessore alla cultura della Regione Piemonte, che nel curriculum può vantare anche le presenze nei consigli di amministrazione della Venaria Reale, del Museo Egizio e della Film Commission di Torino, e la presidenza dell’Associazione Torino Musei.
L’incarico di Coppola in realtà sarà a più ampio raggio: quello di Responsabile Beni Archeologici Storici e Artistici del Gruppo bancario, veste che gli vedrà affidata anche la direzione dei tre musei di Intesa Sanpaolo. Tra i suoi compiti ci sarà il completamento del programma degli eventi culturali previsti per il triennio 2014-2016 da Progetto Cultura, e la definizione del nuovo programma per il triennio successivo. Coppola subentra ad Andrea M. Massari, che ha ricoperto l’incarico dal 2011 – anno in cui si sono inaugurate le Gallerie di Piazza Scala – e al quale la banca ha espresso l’apprezzamento per il contributo professionale assicurato nel lancio di Progetto Cultura.

www.intesasanpaolo.com

Lo speciale di Artribune dedicato alle Gallerie d’Italia di Milano

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Nel 2014 ha curato, assieme a Fabio De Chirico, la mostra Artsiders, presso la Galleria Nazionale dell'Umbria di Perugia. Dal 2011 al 2017 ha fatto parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.