Art Digest: Antonio López e la “fabbrica di San Pietro” della pittura. Vacche magre per Avignone. Tutto il peso sopra il Louvre Abu Dhabi

È la “fabbrica di San Pietro” della pittura contemporanea. Il ritratto della famiglia reale spagnola dall’artista Antonio López è stato completato dopo 18 anni di lavoro: e sarà esposto al pubblico da giovedi 4 dicembre al Palazzo Reale di Madrid… (abc.es) Vacche magre anche per la cultura transalpina? Il Ministère de la Culture francese congela […]

Il ritratto della famiglia reale spagnola di Antonio López, nel 1995

È la “fabbrica di San Pietro” della pittura contemporanea. Il ritratto della famiglia reale spagnola dall’artista Antonio López è stato completato dopo 18 anni di lavoro: e sarà esposto al pubblico da giovedi 4 dicembre al Palazzo Reale di Madrid… (abc.es)

Vacche magre anche per la cultura transalpina? Il Ministère de la Culture francese congela i finanziamenti per il Festival d’Avignon: e l’edizione 2015 potrebbe essere tagliata di due giorni… (lefigaro.fr)

Qual è lo scopo di un artista? Aprire gli occhi all’osservatore. Un sacco di gente in realtà non sa guardare”. È il Wall Street Journal a sottoporre David Hockney al fuoco di fila delle domande… (wsj.com)

Una cupola bianca fatta di grosse travi di acciaio a incastro, ciascuna pesante fino a 70 tonnellate. L’Economist fa il punto dei lavori per il Louvre Abu Dhabi di Jean Nouvel, che si aprirà alla fine del 2015… (economist.com)

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Nel 2007 ha curato la costituzione, l’allestimento ed il catalogo del Museo Nino Cordio a Santa Ninfa (Tp). Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. Ha collaborato con diverse riviste specializzate, e nel 2008 ha co-fondato il periodico Grandimostre, del quale è stato coordinatore editoriale. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Fa parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.