Duncan Campbell, Ciara Phillips, James Richards e Tris Vonna-Michell. Ecco i finalisti del Turner Prize 2014, pronti per la mostra alla Tate Britain di Londra

Duncan Campbell, Ciara Phillips, James Richards e Tris Vonna-Michell. Sono loro gli artisti finalisti per l’edizione 2014 del Turner Prize, il prestigioso premio che dal 1984 viene assegnato a un artista britannico sotto il cinquant’anni. Il vincitore sarà deciso il prossimo 1 dicembre da una giuria presieduta da Penelope Curtis, direttrice della Tate Britain, e […]

La Tate Britain, sede della mostra

Duncan Campbell, Ciara Phillips, James Richards e Tris Vonna-Michell. Sono loro gli artisti finalisti per l’edizione 2014 del Turner Prize, il prestigioso premio che dal 1984 viene assegnato a un artista britannico sotto il cinquant’anni. Il vincitore sarà deciso il prossimo 1 dicembre da una giuria presieduta da Penelope Curtis, direttrice della Tate Britain, e composta da Stefan Kalmár, executive director e curatore di Artists Space, New York, da Helen Legg, direttrice di Spike Island, Bristol, da Sarah McCrory, direttrice di Glasgow International, e da Dirk Snauwaert, direttore artistico del Wiels Contemporary Art Centre, Bruxelles.
James Richards parteciperà con Rosebud, The Screens e Untitled Merchandise (Lovers and Dealers), complesso progetto fra fotografia e video, mentre Tris Vonna-Michell presenterà Postscript II (Berlin) un’installazione autobiografica del 2014, e con la sua prima film installation, Finding Chopin: Dans l’Essex. Ciara Phillips esporrà una nuova installazione, Things Shared, con una serie di serigrafie incollate direttamente sulle pareti, Duncan Campbell parteciperà infine con It for Others, del 2013, e con Sigmar, opera del 2008 ispirata dall’artista tedesco Sigmar Polke.

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Nel 2014 ha curato, assieme a Fabio De Chirico, la mostra Artsiders, presso la Galleria Nazionale dell'Umbria di Perugia. Fa parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.