Duncan Campbell, Ciara Phillips, James Richards e Tris Vonna-Michell. Ecco i finalisti del Turner Prize 2014, pronti per la mostra alla Tate Britain di Londra

Duncan Campbell, Ciara Phillips, James Richards e Tris Vonna-Michell. Sono loro gli artisti finalisti per l’edizione 2014 del Turner Prize, il prestigioso premio che dal 1984 viene assegnato a un artista britannico sotto il cinquant’anni. Il vincitore sarà deciso il prossimo 1 dicembre da una giuria presieduta da Penelope Curtis, direttrice della Tate Britain, e […]

La Tate Britain, sede della mostra

Duncan Campbell, Ciara Phillips, James Richards e Tris Vonna-Michell. Sono loro gli artisti finalisti per l’edizione 2014 del Turner Prize, il prestigioso premio che dal 1984 viene assegnato a un artista britannico sotto il cinquant’anni. Il vincitore sarà deciso il prossimo 1 dicembre da una giuria presieduta da Penelope Curtis, direttrice della Tate Britain, e composta da Stefan Kalmár, executive director e curatore di Artists Space, New York, da Helen Legg, direttrice di Spike Island, Bristol, da Sarah McCrory, direttrice di Glasgow International, e da Dirk Snauwaert, direttore artistico del Wiels Contemporary Art Centre, Bruxelles.
James Richards parteciperà con Rosebud, The Screens e Untitled Merchandise (Lovers and Dealers), complesso progetto fra fotografia e video, mentre Tris Vonna-Michell presenterà Postscript II (Berlin) un’installazione autobiografica del 2014, e con la sua prima film installation, Finding Chopin: Dans l’Essex. Ciara Phillips esporrà una nuova installazione, Things Shared, con una serie di serigrafie incollate direttamente sulle pareti, Duncan Campbell parteciperà infine con It for Others, del 2013, e con Sigmar, opera del 2008 ispirata dall’artista tedesco Sigmar Polke.

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Nel 2014 ha curato, assieme a Fabio De Chirico, la mostra Artsiders, presso la Galleria Nazionale dell'Umbria di Perugia. Dal 2011 al 2017 ha fatto parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.