Sotheby’s ed eBay uniti per il mercato dell’arte. La casa d’aste inglese amplierà la sue vendite ai 150 milioni di utenti della piattaforma regina del commercio online

Il combinato mercato dell’arte e internet, diciamolo, non pare registrare successi clamorosi, malgrado i molti progetti, anche ambiziosi, lanciati in questo senso. Eppure adesso nel settore potrebbe arrivare un momento impostante: perché a scendere in campo sono due colossi come la casa d’aste inglese Sotheby’s ed eBay, la piattaforma regina del commercio online. Secondo l’accordo […]

Sotheby's
Sotheby's

Il combinato mercato dell’arte e internet, diciamolo, non pare registrare successi clamorosi, malgrado i molti progetti, anche ambiziosi, lanciati in questo senso. Eppure adesso nel settore potrebbe arrivare un momento impostante: perché a scendere in campo sono due colossi come la casa d’aste inglese Sotheby’s ed eBay, la piattaforma regina del commercio online.
Secondo l’accordo raggiunto oggi il servizio, che sarà lanciato dal prossimo autunno, consentirà a regime – in diretta esclusiva via streaming – la partecipazione attiva simultanea di quasi 150 milioni di utenti di eBay alle vendite di Sotheby’s. L’intesa contempla la volontà di abilitare anche aste esclusivamente per il web. Non è la prima volta che le due società uniscono le forze: già nel 2002 fu sperimentata un’iniziativa simile, poi accantonata nonostante l’iniziale successo.

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Nel 2007 ha curato la costituzione, l’allestimento ed il catalogo del Museo Nino Cordio a Santa Ninfa (Tp). Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. Ha collaborato con diverse riviste specializzate, e nel 2008 ha co-fondato il periodico Grandimostre, del quale è stato coordinatore editoriale. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Fa parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.