Art Digest: Whitney Biennial dal buco della serratura. La rivincita da 80 milioni di Leonardo. Anno nuovo casa nuova per la Ragazza di Vermeer

La preview della Whitney Biennial c’è questa sera: ma sul New York Times c’è l’anteprima. Parlano i tre curatori, ognuno dei quali responsabile di un piano dell’edificio, per l’ultima volta sede della kermesse… (nytimes.com) Una news che non è una news, perché i fatti risalgono al maggio 2013. Ma solo ora giunge la conferma: un […]

Il Salvator Mundi attribuito a Leonardo

La preview della Whitney Biennial c’è questa sera: ma sul New York Times c’è l’anteprima. Parlano i tre curatori, ognuno dei quali responsabile di un piano dell’edificio, per l’ultima volta sede della kermesse… (nytimes.com)

Una news che non è una news, perché i fatti risalgono al maggio 2013. Ma solo ora giunge la conferma: un Salvator Mundi attribuito a Leonardo è stato venduto a un collezionista non identificato per una cifra tra i 75 e gli 80 milioni di dollari… (artmarketmonitor.com)

Uno spazio più grande a Londra, una nuova location a Soho, New York. Tutte le attenzioni di Damien Hirst in questo momento sono per il suo “flagship store” Other Criteria… (artlyst.com)

Dopo aver fatto impazzire Bologna – e non solo -, si regala una nuova casa. Dopo una ristrutturazione da 25 milioni di sterline, a giugno La ragazza con l’orecchino di perla di Vermeer tornerà nel rinnovato Mauritshuis… (theguardian.com)

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Nel 2007 ha curato la costituzione, l’allestimento ed il catalogo del Museo Nino Cordio a Santa Ninfa (Tp). Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. Ha collaborato con diverse riviste specializzate, e nel 2008 ha co-fondato il periodico Grandimostre, del quale è stato coordinatore editoriale. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Fa parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.