Sarà Adam Szymczyk il curatore di documenta 14. Quasi quattro anni a disposizione per l’attuale direttore della Kunsthalle Basel, con la kermesse al via a Kassel il 10 giugno 2017

Se non avete ancora rielaborato la dOCUMENTA (13) di Carolyn Christov – Barkargiev sappiate che la kermesse ha già nominato il suo nuovo direttore. Sarà, infatti, Adam Szymczyk, direttore della Kunsthalle di Basel, a tenere in mano le redini dell’appuntamento numero 14 che si terrà a Kassel nel 2017, come annunciato dal Ceo Bernd Leifeld. […]

Adam Szymczyk

Se non avete ancora rielaborato la dOCUMENTA (13) di Carolyn Christov – Barkargiev sappiate che la kermesse ha già nominato il suo nuovo direttore. Sarà, infatti, Adam Szymczyk, direttore della Kunsthalle di Basel, a tenere in mano le redini dell’appuntamento numero 14 che si terrà a Kassel nel 2017, come annunciato dal Ceo Bernd Leifeld. Come è avvenuta la selezione? Una commissione formata da otto esperti provenienti da tutto il mondo ha contattato una short list di sei candidati, invitandoli a presentare dei concept, poi discussi con i membri della “Commissione Ricerca”.
Politica, città e Stato”. si legge nel comunicato stampa, “non hanno voce in capitolo nella nomina”. Chapeau. Szymczyk ha trionfato su una seconda shortlist di tre candidati. C’è anche una data, il 10 Giugno, per l’inaugurazione della manifestazione quinquennale che avvicinerà, non solo geograficamente, Kassel e Basel in occasione del cosiddetto “grand tour”. Che quell’anno sarà ulteriormente arricchito – come accadde nel 2007 – anche dallo Skulpture Projekte di Münster, evento decennale che terrà la sua quinta edizione.
Una riflessione, sullo scorcio del finissage, riguarda la Biennale di Venezia, che nel 2017 aprirà al pubblico la sua 57.edizione. Chi sarà il direttore della mostra lagunare per quell’anno? Riuscirà l’Italia ad aggiudicarsi un candidato di uguale prestigio?

– Santa Nastro

CONDIVIDI
Santa Nastro
Santa Nastro è nata a Napoli nel 1981. Laureata in Storia dell'Arte presso l'Università di Bologna con una tesi su Francesco Arcangeli, è critico d'arte, giornalista e comunicatore. Attualmente è membro dello staff di direzione di Artribune. È inoltre autore per il progetto arTVision – a live art channel, ufficio stampa per l’American Academy in Rome e Responsabile della Comunicazione della Fondazione Pino Pascali. Dal 2011 collabora con Demanio Marittimo.KM-278 diretto da Pippo Ciorra e Cristiana Colli, con Re_Place, Mu6, L’Aquila e con Arte in Centro. Dal 2006 al 2011 ha collaborato alla realizzazione del Festival dell'Arte Contemporanea di Faenza, diretto da Angela Vettese, Carlos Basualdo e Pier Luigi Sacco. Dal 2005 al 2011 ha collaborato con Exibart nelle sue versioni online e onpaper. Ha pubblicato per Maxim e Fashion Trend, mentre dal 2005 ad oggi ha pubblicato su Il Corriere della Sera, Arte, Alfabeta2, Il Giornale dell'Arte, minima et moralia e saggi testi critici su numerosi cataloghi e pubblicazioni.
  • THE NEXT DOCUMENTA SHOULD BE CURATED BY A TANK . Meanwhile the Venice Biennale is concluding in Delay with today’s worlds , not concerned about actual blooming of the world EMERGENCIES and concerns ,the new curator for next documenta has been now appointed , congratulations Adam Szymczyk !!! but Kassel beeing the town of weapons ( the building in background is one of the 4 weapon factory in Kassel center )…. we insist in proposing this logic honnest solution : THE NEXT DOCUMENTA SHOULD BE CURATED BY A TANK , no need to hide one more time the debate about proximity of arms and the real going on there . ! TANKs are precise , well manifacturated in Kassel , ultracontemporary , they have presence globale also in Kabul , good net work , Kassel tanks are famous , having allready big budget , proximity ….)
    ´
    http://documentakassel.blogspot.dk/2013/11/the-next-documenta-should-be-curated-by.html

    http://www.emergencyrooms.org/documenta_kassel.html