Il network dell’arte locale. A Torino nasce The L.A.N. Project, programma di sinergie artistiche sul territorio. Nuovi murales per il MAU e una residenza per CCCTo, in collaborazione con Marinella Senatore

È  in atto una strategia territoriale tra quartieri limitrofi a Torino, per creare sinergie tra le aziende, le associazioni, i privati, gli artisti già operanti sul territorio, con l’obiettivo di attrarre nuove realtà, convinte che “insieme è meglio”.  Il progetto si chiama “The L.A.N. Project Local Art Network” e i protagonisti sono il MAU – […]

Murales al Circolo ricreativo Parrocchia di San Alfonso,Torino

È  in atto una strategia territoriale tra quartieri limitrofi a Torino, per creare sinergie tra le aziende, le associazioni, i privati, gli artisti già operanti sul territorio, con l’obiettivo di attrarre nuove realtà, convinte che “insieme è meglio”.  Il progetto si chiama “The L.A.N. Project Local Art Network” e i protagonisti sono il MAU – Museo d’Arte Urbana, un insediamento permanente diffuso, al momento dotato di 139 opere murali e sotto teca, realizzate da novanta artisti,  collocato nel Borgo Vecchio Campidoglio e CCCTo – Centro di Cultura Contemporanea Birrificio Metzger, uno spazio indipendente di produzione ed esposizione d’arte e cultura alternative, in zona San Donato. Il lancio avverrà sabato 30 novembre e coinvolgerà tutta la Circoscrizione IV, culminando alle 22 nel The LAN pARTy, “un po’ sulla falsariga della Lov Night del quartiere Vanchiglia”, come ha aggiunto Alessandro Novazio Griffi, executive manager del CCCTo. Dove, per l’occasione, si svolgerà, nell’arco di 24 ore, una residenza-performance di artisti sul tema della “relazione”, che a gennaio verrà riproposta al Castello di Rivoli, nell’ambito della mostra Costruire comunità di Marinella Senatore. Resterà invece aperta fuori orario la Galleria Persano, con la mostra Mens Rea (in corso fino al 18 gennaio) di Lawrence Weiner, che ha progettato, come sua consuetudine, un’installazione site specific per lo spazio di via Principessa Clotilde 45.
Secondo polo importante sarà quello che gravita nella zona del MAU: alle ore 12 sarà presentata al pubblico la grande opera murale realizzata dagli artisti Orma il Viandante (Emanuele Mannisi), Sisterflash (Maria Bruno), Kasy 23 (Andrea Casillo), con il sostegno di Regione Piemonte, Compagnia di San Paolo e vari partner tecnici. “Abbiamo appena completato il restauro, oltre 50 metri, del muro perimetrale del circolo ricreativo della Parrocchia di San Alfonso”, ha spiegato in conferenza stampa Edoardo Di Mauro, Presidente e Direttore artistico del MAU, “e prodotto una prima, grande opera murale sul tema dell’affettività”. Il prossimo anno toccherà a Opiemme cimentarsi con quel muro.
La giornata proseguirà con l’inaugurazione delle opere realizzate in Piazza Campidoglio da Alessandro Caligaris, Carmelo Cambareri, Mauro 149 e Wens, nell’ambito del Progetto Murarte, in collaborazione con l’associazione culturale Style Orange ed il supporto di SAM (Street Art Museum). E ancora saranno presentate le installazioni murali di Angelo Barile, Alex Ognianoff, Monica Garone, Max Petrone, le Aiuole d’Artista di Vito Navolio e il restauro delle pitture murali di Salvatore Astore, Andrea Massaioli, Xel.

–  Claudia Giraud

www.museoarteurbana.it
www.ccc.to.it