Bevilacqua La Masa, ecco i venticinque artisti selezionati per la 97ma Collettiva. La mostra della fondazione veneziana al via il 14 dicembre

È uno dei più attesi, fra i tanti appuntamenti riservati ogni anno a Venezia dalla Fondazione Bevilacqua La Masa: la storica mostra collettiva negli spazi della galleria di piazza San Marco, che giunge quest’anno alla sua novantasettesima edizione. Ora i nomi dei partecipanti sono stati selezionati, ad opera della giuria composta da Ilaria Bonacossa, curatrice […]

Galleria di piazza San Marco, Fondazione Bevilacqua La Masa, Venezia
Galleria di piazza San Marco, Fondazione Bevilacqua La Masa, Venezia

È uno dei più attesi, fra i tanti appuntamenti riservati ogni anno a Venezia dalla Fondazione Bevilacqua La Masa: la storica mostra collettiva negli spazi della galleria di piazza San Marco, che giunge quest’anno alla sua novantasettesima edizione. Ora i nomi dei partecipanti sono stati selezionati, ad opera della giuria composta da Ilaria Bonacossa, curatrice del Museo di Villa Croce di Genova, Mirella Brugnerotto, membro del consiglio di amminstrazione della Bevilacqua La Masa e docente all’Accademia di Venezia, Gigiotto Del Vecchio, gallerista di Supportico Lopez (Berlino), dal curatore indipendente Antonio Grulli, dalla “nostra” Helga Marsala, critica d’arte e giornalista, e dagli artisti Diego Perrone e Liliana Moro.
Al via all’inaugurazione della mostra, sabato 14 dicembre alle ore 12.30, ci saranno dunque i giovani artisti Luisa Badino, Francesco Battaglia e Olmo Pietro Missaglia, Enrico Bernardis, Michela Bortolozzi, Chiara Bugatti, Cristina Calderoni, Marina Caneve, Oscar Isaias Contreras Rojas, Giammarco Cugusi, Leonardo Dalla Torre, Sabina Damiani,Veronica De Giovanelli, Marco Di Giuseppe e Fabrizio Sartori, Carlotta Di Stefano, Tiziano Martini, Alessio Mazzaro, Cristiano Menchini, Graziano Meneghin, Fabrizio Perghem, Fabio Roncato, Bianca Salvo, Michele Santi, Sindi Sartori, Michele Spanghero, Kristian Sturi. Il premio per la proposta grafica è stato vinto dal duo Lia Cecchin e Nicoletta Cannata.

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Nel 2014 ha curato, assieme a Fabio De Chirico, la mostra Artsiders, presso la Galleria Nazionale dell'Umbria di Perugia. Fa parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.