Lo Strillone: il neo-espressionismo secondo Testori in mostra a Milano e su Il Giornale. E poi la rinascita culturale della Corsica, rinvenimenti etruschi nel viterbese, la storia del Duomo di Genova…

Neo-espressionismo lungo l’asse Milano-Vienna-Berlino: le scoperte di Testori in mostra da oggi allo Spazio Oberdan di Milano, con segnalazione su Quotidiano Nazionale e approfondimento su Il Giornale. Mostre meneghine pure su Avvenire: alle Stelline arriva Albers. Straordinarie scoperte nel sito archeologico di Gravisca, nel viterbese: La Stampa svela gli ex-voto etruschi tornati alla luce dopo […]

Quotidiani
Quotidiani

Neo-espressionismo lungo l’asse Milano-Vienna-Berlino: le scoperte di Testori in mostra da oggi allo Spazio Oberdan di Milano, con segnalazione su Quotidiano Nazionale e approfondimento su Il Giornale. Mostre meneghine pure su Avvenire: alle Stelline arriva Albers.

Straordinarie scoperte nel sito archeologico di Gravisca, nel viterbese: La Stampa svela gli ex-voto etruschi tornati alla luce dopo oltre duemila anni di oblio. Corsi e ricorsi storici anche su La Repubblica, con la pubblicazione che racconta la storia del Duomo genovese di San Lorenzo; resta al mare anche il manifesto, alla scoperta delle tradizioni culturali di una Corsica da scoprire.

– Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.