Art Digest: Spagna, il buio in fondo al tunnel. Chris Burden, Medea per le proprie opere. Niente fiori per il nostro Calder, please

La Spagna vede la luce in fondo al tunnel? A parte gli aspetti iettatorii dell’espressione, le ultime notizie danno l’Istituto Cervantes – alfiere nel mondo della cultura iberica – alle prese con la vendita delle sedi di Bruxelles, Tel Aviv, San Paolo, Varsavia… (abc.es) La mostra l’abbiamo inaugurata, ora posso cominciare a distruggere le opere. […]

Il mobile di Alexander Calder “infestato” dalle calamite

La Spagna vede la luce in fondo al tunnel? A parte gli aspetti iettatorii dell’espressione, le ultime notizie danno l’Istituto Cervantes – alfiere nel mondo della cultura iberica – alle prese con la vendita delle sedi di Bruxelles, Tel Aviv, San Paolo, Varsavia… (abc.es)

La mostra l’abbiamo inaugurata, ora posso cominciare a distruggere le opere. Meno male che i lettori di Artribune l’hanno vista nel report dall’opening al New Museum: perché Chris Burden ha già distrutto A Tale of Two Cities… (nytimes.com)

“Quando ho visitato le rovine ho pensato: come ripristinarne l’antico splendore?”. E così il multimilionario cinese Ni Zhaoxing scucirà 800 milioni di dollari per ricostruire a Londra il mitico Crystal Palace… (theguardian.com)

Eh no, su Alexander Calder non si può. Sembra fare eco alla celebre reclame, la città di Grand Rapids: che rimuove le calamite floreali con le quali l’artista David Dodde intendeva “ingentilire” un monumentale mobile… (latimes.com)

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Nel 2014 ha curato, assieme a Fabio De Chirico, la mostra Artsiders, presso la Galleria Nazionale dell'Umbria di Perugia. Dal 2011 al 2017 ha fatto parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.