I Rivers di Ellsworth Kelly scorrono in Bassa Langa. Terzo step per le mostre di artisti internazionali made in Ceretto ad Alba. terra di vino, tartufo e arte contemporanea

È un momento mediaticamente favorevole per Ellsworth Kelly: la personale appena conclusa al Moma di New York per il compimento dei suoi 90 anni, il conferimento del titolo National Medal of Arts, direttamente da Barack Obama, che premia il talento artistico americano, la collaborazione con Calvin Klein per ricreare e attualizzare un abito minimal, originariamente disegnato […]

È un momento mediaticamente favorevole per Ellsworth Kelly: la personale appena conclusa al Moma di New York per il compimento dei suoi 90 anni, il conferimento del titolo National Medal of Arts, direttamente da Barack Obama, che premia il talento artistico americano, la collaborazione con Calvin Klein per ricreare e attualizzare un abito minimal, originariamente disegnato dall’artista nel 1952. E ora la mostra di litografie, intitolata Rivers, inaugurata sabato 14 settembre presso il coro della Maddalena ad Alba, realizzata grazie al mecenatismo dei Ceretto, alla quale l’artista non ha potuto partecipare per motivi di salute. Rivers è la terza tappa di una serie di mostre annuali, iniziate nel 2010, che hanno tutte per location il coro barocco della settecentesca Chiesa della Maddalena, offerto gratuitamente per i prossimi dieci anni dall’amministrazione albese alla famiglia di produttori di vino, in quanto volàno per la promozione turistica della città, per condividere col pubblico la loro passione per l’arte contemporanea.
La prima mostra riguardava infatti la loro collezione, soprattutto di artisti statunitensi, nata dai contatti con il curatore e architetto americano Bill Katz, che insieme a Steven Shailer, ha progettato i due ristoranti di famiglia La Piola e Piazza Duomo; poi è stato il turno di Americans, con opere realizzate per l’occasione; e ora Ellsworth Kelly che, per questa mostra, ha pensato di fare un omaggio al fiume Tanaro che attraversa Alba, selezionando “le stampe che rappresentano i fiumi più importanti del mondo”, ha spiegato Roberta Ceretto, con un allestimento orizzontale per non oscurare la visione delle pareti del coro. Non ci sono i colori vivaci e netti tipici dell’Hard edge painting, ma le sfumature di un bianco e nero più consono alla sacralità del luogo. La mostra è visitabile fino al 10 novembre e si inserisce in una stagione ad alto tasso turistico per la città di Alba, che la vede impegnata in vari appuntamenti che vanno dal folkloristico Palio degli asini (6 ottobre) alla Fiera del Tartufo (12 ottobre-17 novembre). Prorogata, per l’occasione, fino alla fine di ottobre la personale di Valerio Berruti Dove il cielo s’attacca alla collina, presso la Cantina Bricco Rocche a Castiglione Falletto, dove i Ceretto producono il celebre vino Barolo. Intanto, ecco la fotogallery dell’inaugurazione della mostra Rivers

– Claudia Giraud

www.ceretto.it

CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è responsabile dell'area Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica musicale "Art Music". E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).