Art Digest: in futuro un nuovo Palazzo Grassi in Asia? Harry Potter, mago anche nelle aste. Siamo quaderni, ma ristampiamo i 33 libri di Picasso

“Non ho progetti di costruire nuovi musei altrove. Ma chissà, magari in Asia…”. Alla vigilia del tour de force biennalesco, che coinvolgerà anche Palazzo Grassi & C., monsieur Pinault si racconta sul Wall Street Journal… (wsj.com) Va bene la Potter-mania, ma qui i bibliofili salteranno sulle sedie: una prima edizione Harry Potter e la pietra […]

Non ho progetti di costruire nuovi musei altrove. Ma chissà, magari in Asia…”. Alla vigilia del tour de force biennalesco, che coinvolgerà anche Palazzo Grassi & C., monsieur Pinault si racconta sul Wall Street Journal… (wsj.com)

Va bene la Potter-mania, ma qui i bibliofili salteranno sulle sedie: una prima edizione Harry Potter e la pietra filosofale, firmata e annotata da JK Rowling, è stata venduta da Sotheby’s Londra per 150mila sterline… (bbc.co.uk)

33 volumi, oltre 16mila opere archiviate. Fra le prime iniziative di Cahiers d’Art, dopo l’acquisto da parte del collezionista svedese Staffan Ahrenberg, ci sarà la ripubblicazione del mitico Zervos Picasso Catalogue… (nytimes.com)

È proprio l’era del fundraising popolare: vi ricorre anche la Tate di Londra, che raccoglie 23,1 milioni di sterline per acquisire l’opera Salisbury Cathedral from the Water Meadows, di John Constable… (guardian.co.uk)

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Nel 2007 ha curato la costituzione, l’allestimento ed il catalogo del Museo Nino Cordio a Santa Ninfa (Tp). Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. Ha collaborato con diverse riviste specializzate, e nel 2008 ha co-fondato il periodico Grandimostre, del quale è stato coordinatore editoriale. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Fa parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.