Lo Strillone: troppa cultura su Il Giornale, per Vittorio Sgarbi i mali del patrimonio italiano sono causati dall’inflazione del bello. E poi l’FBI indaga sul Renoir spuntato al mercatino delle pulci, Louise Nevelson a Roma, Giotto sbarca a Parigi…

Parla di “percezione passiva del patrimonio artistico” e tira in ballo pure la genetica. Troppa bellezza crea assuefazione per Vittorio Sgarbi: su Il Giornale si spiega perché in Italia la cultura è messa all’angolo e non è al centro dell’agenda politica. Il caso del Renoir pagato una manciata di dollari in un anonimo mercatino delle […]

Quotidiani
Quotidiani

Parla di “percezione passiva del patrimonio artistico” e tira in ballo pure la genetica. Troppa bellezza crea assuefazione per Vittorio Sgarbi: su Il Giornale si spiega perché in Italia la cultura è messa all’angolo e non è al centro dell’agenda politica. Il caso del Renoir pagato una manciata di dollari in un anonimo mercatino delle pulci rimbalza anche su La Repubblica: ampio resoconto dell’indagine che l’FBI ha mosso sul caso.

Grandi mostre su La Stampa: inaugura la retrospettiva su Louise Nevelson a Palazzo Sciarra, mentre Torino accoglie Elliott Erwitt; il primo piano del Corriere della Sera è per il fiorentino Museo Ferragamo: la figura del calzolaio esaltata in duecento pezzi in bilico tra artigianato, moda, arte e design.

Giotto è pronto a sbancare Parigi: su Quotidiano Nazionale la trentina di pezzi che accompagnano in mostra le tre opere del maestro toscano conservate al Louvre; per le sale del museo più visitato al mondo si aggira anche Tomaso Montanari: nelle sue lezioni del lunedì su Il Fatto Quotidiano racconta ai lettori più giovani il Mantegna del Trionfo della Virtù.

– Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.