Incidente nel viterbese, morta la critica Barbara Tosi. Saggista e curatrice, era docente di Arte contemporanea all’Accademia di Belle Arti di Roma

La notizia ha tardato un po’ a diffondersi, probabilmente perché la gravità dell’incidente stradale, accaduto sulla via Cassia in direzione di Roma, tra Monterosi e Sutri, rendeva difficoltoso il riconoscimento delle vittime. Ma poi è arrivata la conferma: nello scontro avvenuto nella mattinata di venerdì 15 ha perso la vita Barbara Tosi, nota critica d’arte, […]

Barbara Tosi

La notizia ha tardato un po’ a diffondersi, probabilmente perché la gravità dell’incidente stradale, accaduto sulla via Cassia in direzione di Roma, tra Monterosi e Sutri, rendeva difficoltoso il riconoscimento delle vittime. Ma poi è arrivata la conferma: nello scontro avvenuto nella mattinata di venerdì 15 ha perso la vita Barbara Tosi, nota critica d’arte, saggista e curatrice, docente di Arte contemporanea all’Accademia di Belle Arti di Roma.
Originaria di Napoli e residente a Cura di Vetralla, nel viterbese, la Tosi si era laureata nel 1974 in Storia dell’Arte alla facoltà di Lettere dell’Università di Roma. Da lì aveva preso il via una rapida carriera accademica, che l’aveva portata ad insegnare a L’Aquila, Firenze, Milano Brera e poi a Roma, sede attuale. A questa attività aveva affiancato quella di catalogazione dei monumenti per conto della Soprintendenza del Lazio, e quella di critica, curatrice e saggista. Impossibile ricordare i suoi tanti impegni, dal manuale Storia dell’arte italiana dal 1890 ad oggi, alla cura della mostra personale Mario Schifano Tutto, alla Galleria Comunale d’Arte Moderna di Roma sino nel 2002, alla collaborazione come critico d’arte per La Stampa di Torino.

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Nel 2014 ha curato, assieme a Fabio De Chirico, la mostra Artsiders, presso la Galleria Nazionale dell'Umbria di Perugia. Dal 2011 al 2017 ha fatto parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.
  • CARE

    BIEN SUR JE NE PEUX QU’EXPRIMER UN ORDINAIRE SENTIMENT DE DOULEUR …partage par une perte ,au dela du caractere singulier de cette parsonne ….la vie c’est aussi cela et le souvenir de FRANCESCA ALINOVI ,autre perte autre histoire.Carolino Rego

  • Edoardo Di Mauro

    Ciao Barbara mi spiace moltissimo eri una grande persona

  • Arnaldo Romani Brizzi

    Ciao Barbara, grazie per tutte le risate che abbiamo condiviso.

    Arnaldo Romani Brizzi

  • Antonio Zanca

    ciao Barbara, ti ho conosciuto a vicolo della Cancelleria e ne serbo un bel ricordo di persona solare, intelligente e alla mano. Un abbraccio a Clementina, che forse si ricorderà di me

  • Gianfranco Rossini

    Addio, brava, simpatica e cara amica mia, portata via, ancora una volta, da quella cosa triste e noiosa che è la morte.
    Fortuna vuole che tu tutto eri tranne che noiosa e quindi sono sicuro che ovunque sarai, farai in modo che possa sempre scoppiare una bella ed intelligente risata, come solo tu riuscivi a fare, sulle nuove sorprese del mondo dell’aldilà e sulle eterne miserie di quello dell’ aldiquà.

  • Ho appreso solo oggi questa tragica notizia.
    Ricorderò sempre la sua intelligenza critica, la sua gaiezza, l’ amore per la “sua” San Vito Lo Capo, dove mi invitata ad andare a trovare d’estate. Un film visto insieme a casa sua, con sua figlia, a via delle Mantellate, vicino allo studio di Schifano. Un pomeriggio bellissimo.
    E soprattutto le belle parole scritte per me e l’affetto che mi dimostrava ogni volta che ci sentivamo.
    Sono addoloratissimo.

  • Ancora stento a crederci…mi eri molto cara sia per il tuo carattere gioviale, sincero che per l’energia autentica e profonda che scaturiva dalla tua persona. Ogni volta che ti incontravo, era sempre un momento magico, pieno di tante cose e progetti. Speravo di condividere con te la Sicilia quando ti saresti ritirara per rigenerarti e riposarti….mi mancherai di sicuro.
    Non ti ho mai ringraziata per la bella dedica che mi regalasti. Un tenero bacio e un arrivederci…chissà dove!

  • Maria Cristina Corsini

    Ciao Barbara è difficile pensare di non rivederti . Mi manchi tanto.

  • Francesca galati

    Con tanto affetto, un ricordo stupendo della sua solarità!

  • Francesco lupinacci

    apprendo oggi la triste notizia e rimango sgomento per la scomparsa di una importante critico d’arte e anche per la sua giovane eta’. Sono stato onorato per la presentazione della mia mostra a Roma il 1990 al S. Michele a Ripa. Francesco Lupinacci

  • Maria Piera Leonetti

    Ciao Barbara, ho letto solo oggi questa notizia, che dolore!
    Non ci abituiamo mai, vero? Che diresti ora, con la tua gentile e leggera ironia? Perchè non ci vedevamo di piu? Ci eravamo molto simpatiche, continuavamo quella simpatia e amicizia che avevi avuto con Fabio Mauri, il mio adorato amore…
    Ciao cara Barbara, so che ora sei con lui, continuate a darvi quella bella, allegra, intelligente compagnia. Piera

  • mirella masiello

    Ciao amica mia, compagna di liceo, apprendo solo ora che te ne sei andata via….mi mancheranno le tue telefonate veloci…che dimostravano l’interezza dell’affetto di una volta. Buon viaggio amica cara…. in quest’altra vita che ti trovi ora ad affrontare. ciao, con tutto l’affetto e la stima che meritava la tua persona. Mirella