Sargentini, Kounellis, Mattiacci, Pascali e Patella. Cinque, come i cinque bachi da setola che tornano protagonisti a Roma, all’Attico: qui foto e video della mostra

Il pubblico, affascinato dai lunghi insetti distesi in spazzole acriliche, rivive il sodalizio (solamente) biennale avvenuto tra Sargentini e Pascali dal 1966 al 1968: il bozzolo fa da sfondo, mentre i cinque insetti – esposti per la prima volta nella sede in piazza di Spagna nel ’68 – si slanciano, lasciando intendere un legame artistico […]

Il pubblico, affascinato dai lunghi insetti distesi in spazzole acriliche, rivive il sodalizio (solamente) biennale avvenuto tra Sargentini e Pascali dal 1966 al 1968: il bozzolo fa da sfondo, mentre i cinque insetti – esposti per la prima volta nella sede in piazza di Spagna nel ’68 – si slanciano, lasciando intendere un legame artistico costruito su entusiasmi e intese, brutalmente interrotto dalla morte di Pascali causata da un incidente in motocicletta.

Di che parliamo? L’avrete intuito, della mostra Cinque bachi da setola e un bozzolo, che la galleria romana L’Attico dedica a Pino Pascali (Bari 1935, Roma 1968). Il baco, un insetto che ricolleghiamo immediatamente ad una dimensione fetale, nel proprio bozzolo, protetto. Adiacente, la proiezione di SKMP2 (Sargentini, Kounellis, Mattiacci, Pascali e Patella), film dalla regia di Luca Maria Patella, prodotto da Sargentini stesso: performance, scritte, tecniche analogiche e sfondi spesso riconoscibili in grado di destare l’interesse sia di mestieranti che profani, grazie ad una cruda e prepotente sperimentazione. Un linguaggio apprezzato e recepito trasversalmente, a giudicare dall’eterogenea platea presente in sala (bambini compresi). Grazie alla vera e propria funzione di aggregatore artistico di Fabio Sargentini ed un buon vino rosso (“di Fabio” dicevano alcuni), la serata è stata molto frequentata, riconoscete qualcuno nella gallery?

– Urbano Nanneli

“Cinque bachi da setola e un bozzolo”
Fino al 29 marzo 2013
Galleria L’Attico
Via del Paradiso 41, Roma
[email protected]

CONDIVIDI
Urbano Nannelli
Urbano Nannelli nasce a Roma nel 1989. Nonostante abbia un Master in Business Administration, è una persona a modo. Attualmente lavora presso Willis Ltd, multinazionale leader nel brokeraggio assicurativo, nella specialty FAJS, Fine Art, Jewellery & Specie, gestendo rischi su belle arti e preziosi.
  • nicoviso

    caro Fabio, non hai mai voluto guardare la possibilità che l’arte sola resuscita le azioni
    riproponi la forma già nota e non liberi il potenziale di quelle stesse mani che in fondo si sono poggiate su altre per continuare la roboante creazione dal sé