Culture hotel: cultura (contemporanea) a quattro stelle. Memmo Grilli di Blindarte inaugura a Napoli un albergo-museo. Solo per turisti col pallino per l’arte

Ormai ne esistono un numero altissimo. Negli anni ne abbiamo censiti, raccontati, visitati tanti, dall’estremo Nord al profondo Sud del Paese: strutture ricettive che vivono in armonia con l’arte, essendo di volta in volta b&b, hotel, residence, agriturismi, ma con una vocazione creativa. Quasi sempre ospitano collezioni, che reinterpretano in maniera inedita camere, hall, spazi […]

Culture Hotel, Napoli

Ormai ne esistono un numero altissimo. Negli anni ne abbiamo censiti, raccontati, visitati tanti, dall’estremo Nord al profondo Sud del Paese: strutture ricettive che vivono in armonia con l’arte, essendo di volta in volta b&b, hotel, residence, agriturismi, ma con una vocazione creativa. Quasi sempre ospitano collezioni, che reinterpretano in maniera inedita camere, hall, spazi all’aperto; qualche volta affidano la progettazione degli arredi ad artisti emergenti o affermati; e in molti casi i trasformano anche in spazi di promozione e produzione culturale, programmando residenze, eventi, talk, mostre.
A Napoli inaugura adesso un nuovo spazio che va in questa direzione. Si chiama Culture hotel ed è un progetto partorito da Memmo Grilli, giovane imprenditore al comando di Blindarte, galleria e casa d’aste con sede nel capoluogo campano. Un luogo dunque per l’ospitalità creativa, votato ad accogliere turisti in visita per brevi o lunghi periodi, con la voglia di godersi un soggiorno all’insegna della bellezza. Progettista? Alberto Sifola, architetto di gran voga in Campania e non solo, autore di tanti interventi nell’ambito della ricettività, ma anche di importanti strutture socio-culturali, dal Polo della Qualità di Marcianise al Museo del Sannio a Benevento. Gli ambienti sono disseminati di opere, dalle zone comuni – come il Lounge Bar Culture Cafè – fino alla stanze private, così che l’intera struttura assomigli a un piccolo museo fruibile nel quotidiano, o all’appartamento di un collezionista. I nomi? Tantissimi, tutti artisti che condividono progetti di lavoro con Blindarte: da Adam Cvijanovic a Davide Cantoni, da Angela Detanico e Rafael LainJan Albers, da Sarah CiracìGian Paolo Striano, da Benny DröscherSimon Keenleyside, da Berend StrikSimon Boudvin. Particolarmente azzeccata l’ubicazione, Via Monteoliveto 16, proprio nel cuore dell’immenso centro storico partenopeo, dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco. Incastonato tra le meraviglie di una città senza tempo, crogiolo di culture e di stratificazioni artistiche e architettoniche, l’hotel a quattro stelle  – che è spazio fisico ma anche concept itinerante, già presente al Flash Art Event  di Milano nel primo weekend di febbraio – è un segno contemporaneo, luminoso, minimale. In cui si incontrano testimonianze della ricerca artistica internazionale. Luogo da contemplare, ma soprattutto da abitare.

– Helga Marsala

Culture Hotel
Via Monteoliveto, 15   80134 – Napoli
+39 081 5529435
www.culturehotel.it

CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è giornalista, critico d'arte contemporanea e curatore. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Oggi membro dello staff di direzione di Artribune, è responsabile di Artribune Television. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanee. È stata curatore nel 2009 dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico di SACS nel 2013, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura progetti espositivi presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali, specificamente delle ultime generazioni.