L’“Università” del Design italiano. I trent’anni dell’Istituto Superiore per le Industrie Artistiche di Faenza diventano un volume: presentato alla Triennale di Milano, qui un’anteprima

Nel 2010 si sono festeggiati i primi trent’anni di un Istituto di formazione votato esclusivamente al design. Dove ci troviamo? Né in qualche Paese scandinavo, né altrove: siamo in Italia. Il trentennio in questione è quello dell’Istituto Superiore per le Industrie Artistiche (ISIA) di Faenza, polo di eccellenza nel panorama del Bel Paese: il calibro […]

Nel 2010 si sono festeggiati i primi trent’anni di un Istituto di formazione votato esclusivamente al design. Dove ci troviamo? Né in qualche Paese scandinavo, né altrove: siamo in Italia. Il trentennio in questione è quello dell’Istituto Superiore per le Industrie Artistiche (ISIA) di Faenza, polo di eccellenza nel panorama del Bel Paese: il calibro è quello di consulenze nella docenza da parte di Bruno Munari e lezioni di storia dell’arte a cura di Andrea Emiliani, giusto per citare qualche nome meritatamente altisonante.
A due anni dalle celebrazioni esce il volume ISIA>30 years of design, edito da Nomos, a cura di Daniela Lotta, appena presentato alla Triennale di Milano: testimonianze, immagini (oltre duecento), narrazioni e contro narrazioni di una storia letteralmente “costruita” pezzo per pezzo, laddove l’oggetto diventa la porta per risalire al progetto e dunque alle domande e alle necessità antistanti. Il Made in Italy ritorna alla sua dimensione concreta, vissuta, lasciando finalmente da parte il proprio ruolo demagogico. A voi la nostra gallery, per un assaggio di docenza e discenza (nostrana) di altissima qualità…

– Urbano Nannelli

ISIA>30 years of design
A cura di Daniela Lotta
Edizioni Nomos, pp. 128 a colori, s.i.p.,
www.isiafaenza.it