Ma non doveva appendere l’arte al chiodo? E invece Maurizio Cattelan farà una personale alla Fondazione Beyeler, in pieno clima Biennale-Art Basel. Qui le primissime notizie in anteprima mondiale

A fine maggio, quindi con perfetto tempismo rispetto a Biennale di Venezia e Art Basel, la Fondazione Beyeler inaugurerà una grande retrospettiva di Max Ernst con oltre 170 opere. Una rassegna che sarà senza dubbio memorabile, ma che probabilmente – almeno per i primi giorni – sarà oscurata da un evento di grande appeal mediatico. […]

Maurizio Cattelan - La rivoluzione siamo noi - 2000 - Courtesy Collezione Sandretto Re Rebaudengo
Maurizio Cattelan - La rivoluzione siamo noi - 2000 - Courtesy Collezione Sandretto Re Rebaudengo

A fine maggio, quindi con perfetto tempismo rispetto a Biennale di Venezia e Art Basel, la Fondazione Beyeler inaugurerà una grande retrospettiva di Max Ernst con oltre 170 opere. Una rassegna che sarà senza dubbio memorabile, ma che probabilmente – almeno per i primi giorni – sarà oscurata da un evento di grande appeal mediatico. Perché negli stessi spazi, disegnati da Renzo Piano a pochi chilometri da Basilea, sarà inaugurata anche una personale di Maurizio Cattelan. Per ora non si sa nulla di più, se non che si tratta di un “progetto”. Che significhi riallestimento in prima persona di opere già viste, sul modello Guggenheim, o di una rassegna più contenuta ma con qualche sorpresa, come è avvenuto più recentemente a Varsavia? Intanto questa è la notizia, né più né meno, in anteprima terracquea. Per ulteriori dettagli, toccherà aspettare almeno una settimana.

www.fondationbeyeler.ch

CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.
  • interessante, come quei signori che vanno in pensione ma poi non sanno cosa fare tutto il giorno e decidono di continuare a lavorare. Ormai in questo’opera, “la rivoluzione siamo noi”, di questi tempi, ci vedo sempre Massimo Tartaglia, oppure no, mha..

    ghost track
    piazza duomo, milano.
    2009.

    http://whlr.blogspot.it/2011/11/padiglione-italia.html

  • paolo

    CASPITA NON VEDO L’ORA ! Cattelan stupisce sempre nel bene e nel male ! questo è quanto !

  • MicheleM

    Fantastico, ci farò un salto. Più per Max Ernst che per Cattelan ;)
    Lunga vita alla fondaizone Bayeler, un luogo magnifico!

  • gaia

    l’è sempre così: “chi un more si rivede”!!!!! forza MAURIZIO!!!!!!!!!!

  • pino Barillà

    Quanti geni Mediocri si sono visti in questi ultimi 30 anni .

  • io

    pino…. chi sono questi geni mediocri fuori i nomi….

  • pino Barillà

    I nomi non si fanno non voglio danneggiare nessuno ma posso dirti che in questo paese ci sono almeno 40 geni …. Questi sono ovunque !

    • Quanta Italia in poche parole: calunnia, omertà, vaghezza, buonismo… Un concentrato… geniale!