Cercasi Direttore, anzi Direktor. Parte il bando per la guida dell’ar/ge kunst di Bolzano, decapitato dopo l’espatrio di Luigi Fassi

A due mesi dall’annuncio dell’addio di Luigi Fassi, “sconfinato” verso Graz, come Visual Arts Curator presso lo Steirischer Herbst, parte la ricerca del nuovo Direttore Artistico della Galleria Museo ar/ge kunst di Bolzano, che ne prenderà il posto. Ecco dunque il bando per la nuova guida della kunsthalle bolzanina: ed ecco un nuovo obbiettivo per […]

Un interno dell'ar/ge kunst

A due mesi dall’annuncio dell’addio di Luigi Fassi, “sconfinato” verso Graz, come Visual Arts Curator presso lo Steirischer Herbst, parte la ricerca del nuovo Direttore Artistico della Galleria Museo ar/ge kunst di Bolzano, che ne prenderà il posto.
Ecco dunque il bando per la nuova guida della kunsthalle bolzanina: ed ecco un nuovo obbiettivo per la carovana degli eterni candidati, che per un po’ punterà il suo timone verso l’Alto Adige. Prospettive? Un contratto part-time per 3 anni, con entrata in servizio prevista per l’aprile 2013, per progettare e gestire l’attività curatoriale, curare le pubblicazioni dell’ar/ge kunst, attività varie di mediazione, comunicazione, gestione e organizzazione.
Presupposti? Oltre alla sfera linguistica, si richiede fra l’altro formazione solida con pratica espositiva e teoria dell’arte, esperienze internazionali nel settore artistico, esperienze lavorative in strutture simili, capacità organizzative e di comunicazione, abilità nel project management e nella gestione di budget. Scadenza del bando, il 31 gennaio 2013: per i dettagli, si può scaricare al link sottostante.

Scarica il bando

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Nel 2007 ha curato la costituzione, l’allestimento ed il catalogo del Museo Nino Cordio a Santa Ninfa (Tp). Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. Ha collaborato con diverse riviste specializzate, e nel 2008 ha co-fondato il periodico Grandimostre, del quale è stato coordinatore editoriale. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Fa parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.